F1, Kvyat: a 19 anni e 322 giorni è il pilota più giovane ad aver conquistato punti iridati

Il pilota russo ha disputato un weekend d'esordio che forse nemmeno immaginava: si è qualificato in ottava posizione ed ha poi concluso decimo, prima che la squalifica di Ricciardo gli regalasse una piazza.

Daniil Kvyat

Il GP d’Australia si è rivelato per Sebastian Vettel decisamente amaro ed indigesto. Non solo per motivi di carattere sportivo, ma anche per aver ceduto un record che deteneva da quasi 7 anni: Vettel non più il pilota più giovane ad aver conquistato punti iridati. Tale record gli è stato soffiato da Daniil Kvyat, rookie della Toro Rosso, giunto decimo (poi salito nono) all’età di 19 anni e 322 giorni.

Il quattro volte campione del mondo aveva 19 anni e 349 giorni quando ottenne il suo primo punto. Kvyat ha vissuto un weekend d’esordio che probabilmente nemmeno immaginava, dal momento che si è pure qualificato in ottava posizione. “E’ stato un pomeriggio davvero intenso – ha commentato a fine gara il pilota di Ufa –. Finire la prima gara a punti è una sensazione meravigliosa”.

“Tutti in squadra abbiamo lavorato duro ed aver portato due macchine a punti rappresenta una giusta ricompensa. La partenza è stata complicata, ma dopo pochi giri ho iniziato a correre sul mio ritmo e la macchina sembrava decisamente competitiva. Nel finale di gara ho raggiunto Jean-Eric (Vergne, nda), ma dovevo preservare benzina e quindi non l’ho attaccato”. “Non avrei mai immaginato di raccogliere punti alla prima gara. Per noi è un incentivo a lavorare con ancora maggior determinazione”, ha terminato il campione in carica della GP3 Series.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail