F1: Ferrari già preoccupata, Mercedes imbattibile?

Si teme una situazione stile 'Red Bull' delle ultime stagioni, però è appena la prima gara: con il lavoro, il recupero è possibile

AUTO-PRIX-AUS-F1

Il primo Gp della stagione è andato in archivio con il trionfo di Rosberg e le polemiche sulla squalifica di Ricciardo. Una Mercedes davanti a tutti era sicuramente prevista e prevedibile, forse un po’ meno il distacco dato a tutte le rivali, in particolare alla Ferrari. Quei 35 secondi di ritardo di Alonso (e potevano essere molti di più senza quei giri dietro la safety car) ed addirittura il minuto di distacco di Raikkonen, stanno preoccupando già notevolmente la scuderia di Maranello, anche se si tratta solamente della prima gara dell’anno.

C’è il timore di rivivere la situazione delle ultime stagioni, quando era la Red Bull a dominare e la rossa a doversi accontentare della piazza d’onore (o peggio). Già i test invernali avevano detto che il team tedesco aveva il miglior pacchetto per la stagione 2014 e la pista di Melbourne non ha fatto che confermarlo, mettendo ‘ufficialmente’ tutte le rivali davanti alla realtà. A dare ulteriore motivo di preoccupazione è il fatto che anche Red Bull, McLaren e, a tratti anche la Williams, sono state più veloci di Alonso e Raikkonen.

Nel giorno della presentazione della F14 T una delle regole date da Domenicali era “non andare in panico, se non andasse subito tutto bene” e sarà fondamentale rispettarla, perché la stagione è lunghissima e c’è tutto il tempo per recuperare. Tra l’altro, se la velocità è stata notevolmente inferiore, la Ferrari può contare su un’affidabilità maggiore, come mostrato dai ritiri precoci di Hamilton e Vettel. Leggendo commenti su forum e social sembra essere già una stagione da buttare, ma con il lavoro del team il recupero è possibile. In fondo, pur deludente, è solo la prima gara.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: