Ferrari, compiti a casa da fare in fretta dopo il GP Australia F1 2014

Il Gran Premio d’Australia di Formula 1 non si è chiuso in modo felice per la Ferrari, costretta a leccarsi le ferite dopo la tappa d’apertura della stagione agonistica 2014.

F1 Testing in Bahrain - Day Three

La Ferrari non ha convinto nel Gran Premio d’Australia di Formula 1, dove ha accusato un forte gap nei confronti della Mercedes. A fine gara, il distacco al traguardo fra il vincitore Nico Rosberg e Fernando Alonso, quarto in classifica con la prima “rossa”, è stato nell’ordine dei 35 secondi.

Si tratta di uno svantaggio considerevole, che impone un grande lavoro per essere recuperato, possibilmente in fretta, perché nel Circus ogni giorno di ritardo si paga a caro prezzo.

Gli uomini del “cavallino rampante” sono consapevoli di questo e, se da un lato possono sentirsi relativamente sereni per l’affidabilità messa in mostra dalla F14T, dall’altro hanno urgenza di migliorarne il profilo prestazionale.

All’Albert Park di Melbourne sono stati evidenti i distacchi tra le forze in campo. Su questi ogni squadra avrà del lavoro da fare: chi per colmarli, come la Scuderia Ferrari, chi per mantenerli, come la Mercedes.

Il direttore tecnico James Allison, sulle pagine del sito ufficiale della scuderia italiana, manifesta la necessità di migliorare l’efficienza della monoposto di Maranello: “L’affidabilità mostrata dalla F14T è motivo di soddisfazione, ma è chiaro che abbiamo il nostro bel da fare per rendere più efficace la vettura se vogliamo competere ad armi pari con il team Mercedes. Vari aspetti dell’auto stanno funzionando molto bene: le partenze e la percorrenza in curva, soprattutto su quelle ad alta velocità, sono particolari punti di forza mentre abbiamo bisogno di lavorare ulteriormente sulla stabilità in frenata e la velocità sui rettilinei”.

Gli sforzi sono già in atto e tutti, in Ferrari, sono concentrati sulla missione. In Emilia Romagna c’è voglia di fare bene i compiti in casa, come evidenzia lo stesso Allison: “La nostra competitività non è stata accettabile a Melbourne, ma abbiamo intenzione di combattere per scalare i vertici della griglia”. E’ quello che si aspettano anche i tifosi. Alla pista…il responso!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail