F1, Lotus: Possiamo battagliare con McLaren

Alan Permane sposta il mirino e promette che Lotus entrerà stabilmente nella Q3. "Sarà difficilissimo raggiungere i livelli di Mercedes e Red Bull - il suo pensiero -, ma possiamo riprendere le Mercedes".

2013_alan_permane

Il balbettante inizio di stagione non preoccupa Alan Permane, secondo cui le Lotus di Romain Grosjean e Pastor Maldonado avranno presto l’occasione di inserirsi stabilmente nelle prime 10 posizioni. “Combattere per la decima piazza non ci compete – il suo commento –. D’ogni modo le due McLaren sono al momento prendibili”. L’Operations Director non spiega in quale maniera Lotus possa ricucire il divario, ma precisa che “non abbiamo bisogno di corposi aggiornamenti per riuscire nel nostro intento”.

ANCHE FERRARI PROMETTE MIGLIORAMENTI

Gli zero punti conquistati finora non rappresentano quindi un motivo di preoccupazione, anche perché “sappiamo cosa migliorare e stiamo al momento lavorando duro con Renault per apportare alcuni miglioramenti alla power unit”. Permane ha poi spiegato che “non sarà facile ottenere le prestazioni di Mercedes e Red Bull, ma sono certo che entreremo regolarmente nel Q3 ed inizieremo a conquistare punti iridati”. L’ingegnere inglese promette poi “un salto in avanti già a partire dalla prossima gara” e garantisce ulteriori miglioramenti nei GP di Cina e Spagna.

“Tutti gli ingegneri e tutti i meccanici stanno lavorando con la massima dedizione – la sua riflessione –. Non abbiamo pulsanti magici da premere. C’è solo una strada da seguire quando si è in mezzo ai problemi: abbassare la testa e lavorare”. Lotus è una delle quattro scuderie ancora prive di punti. Maldonado si è ritirato in entrambe le gare, e Grosjean non è andato oltre l’11° posizione nel GP della Malesia.

  • shares
  • Mail