Civm: nel week-end la Coppa Paolino Teodori

scaramozzino

Alle 10 di domenica 14 giugno partirà la 48ª Coppa Paolino Teodori, la classica ascolana organizzata dall’appassionato staff del Gruppo Sportivo A. C. Ascoli Piceno. La corsa si svolge come di consueto in due manche, su 5.038 metri molto guidati, che da Colle San Marco portano a Colle San Giacomo.

Il quinto atto del Campionato Italiano Velocità Montagna non mancherà di riservare ulteriori sorprese e cambi di strategia, segno di grande fermento. Tutto è quanto mai incerto, ad iniziare dal gruppo maggiormente candidato alla vittoria assoluta della gara, quello delle monoposto denominato E2/M.

A comandare la classifica è il calabrese Carmelo Scaramozzino che, proprio per difendere la leadership, ad Ascoli sarà al volante della Lola Zytek 02 del Team Dalmazia, in luogo dell’abituale ma più datata Lola Cosworth. Tra i maggiori avversari vi saranno il fiorentino David Baldi con l’Osella FA 30 Zytek, attualmente in seconda piazza dopo la vittoria a Fasano, il pluricampione Simone Faggioli, che tenterà l’attacco alla vetta, oltre all’esperto pistoiese Franco Cinelli, che piloterà la sua Lola Zytek.

In cerca di riscatto il sardo Omar Magliona, con la versione PA 27/S BMW dell’Osella. Ma nella classe regina vi sarà anche il giovane lucano Lorenzo Mossucca, in arrivo dalle biposto ed anche lui su Lola Zytek. A lambire la vetta pure il pugliese Francesco Leogrande con l’agile e scattante Gloria C8 Kawasaki, dominatore finora della classe 1600, categoria nella quale Mirco Savoldi disporrà della nuova versione della Radical PR06 Suzuki da 1500 cc., mentre sul collaudato modello usato finora dal bresciano gareggerà il catanese Giuseppe Spoto, protagonista del gruppo E2/B nelle prime tre gare.

In gruppo GT Leo Isolani dovrà difendere la testa della classifica con la bella Ferarri 575, contro un sempre più deciso Denny Zardo, su F430, staccato di poche lunghezze. Il percorso marchigiano potrebbe aiutare la Chrysler Viper del campione in carica Marco Gramenzi, sul quale pesa un avvio di stagione un po’ in affanno. Il laziale di Nettuno Stefano Pierdomenico cercherà ulteriori punti con la 360 Modena. Altra Ferrari, ma di classe Gt4, per il giovane piemontese Evans Lanfranco, in arrivo dai prototipi per provare la GT. In cerca di conferma per il continuo lavoro di adeguamento alle salite, la Lamborghini Gallardo del pugliese Ferdinando Serafino e la Porsche 996 del pescarese Sergio Santuccione.

Via | Press Aci Sport

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: