GP Bahrein F1 2014, Grosjean: Non siamo dove pensavamo di essere

La Lotus E22 sembra aver risolto i problemi di affidabilità. Resta ora da trovare velocità pure, se è vero che Grosjean ammette: Siamo lontanissimi rispetto alla previsioni. Ed in Bahrain ci sono problemi di natura aerodinamica...

2014_bahrain_grosjean

Lotus è ‘miglia lontana’ dal punto che immaginava occupare a questo punto della stagione. Romain Grosjean ha così espresso la propria delusione ed il proprio rammarico nei confronti di una situazione alquanto negativa, dal momento che la scuderia di Enstone è una delle quattro a non aver ancora raccolto punti iridati. “Abbiamo bisogno di tempo per valutare il perché delle nostre difficoltà – ha spiegato il pilota francese –. In galleria del vento l’auto sembra perfetta, ma così non è appena mette le ruote in pista”.

UN MANAGER DELLA SCUDERIA: POSSIAMO BATTAGLIARE CON MCLAREN

Grosjean rinnega in parte l’ottimismo mostrato da Alan Permane, secondo cui Grosjean e Pastor Maldonado saranno presto veloci quanto i due avversari in McLaren. “Ad oggi le Mercedes hanno un piccolo vantaggio, ma noi siamo miglia lontani dal punto in cui pensavamo di essere – ha spiegato –. La Red Bull non vanno considerate l’esempio migliore, dal momento che hanno una macchina eccezionale. Prendiamo ad esempio Toro Rosso. Loro sono ampiamente più veloci di noi, ma non c’è motivo perché ciò accada: dobbiamo stargli davanti”.

Il 27enne di Ginevra ha poi ammesso un problema di natura aerodinamica, su cui i tecnici Lotus stanno al momento lavorando. “L’auto è sensibile alle condizioni del vento, ma l’intero set up aerodinamico non va considerato adatto alla regione geografica”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail