F1, è rottura. La Fota boccia anche l'ultima proposta di Mosley

fota


La lunga telenovela della Formula 1 è giunta forse alla puntata finale. La Fota ha bocciato l'ultima proposta di Max Mosley, che nella giornata di ieri aveva inviato alle squadre un'offerta meno vincolante delle precedenti, nel tentativo estremo di stimolare la loro iscrizione. Ma non è bastato.

L'innalzamento del tetto di spesa a 100 milioni di euro per il 2010 e le altre concessioni fatte dal presidente della Fia non sono risultate convincenti per la controparte. I team ribelli, che si sono riuniti fino a tarda notte per valutare la proposta, ne hanno rifiutato i contenuti.

Quindi nessun passo indietro dell'associazione presieduta da Luca di Montezemolo, che va avanti sui suoi passi. I membri del sodalizio si sono detti ponti a "incominciare la preparazione di un nuovo campionato". Questo, secondo quanto riporta la nota della Fota, avrà "una governance trasparente, un regolamento unico, incoraggerà l'ingresso di nuovi partecipanti e ascolterà i desideri dei tifosi (offrendo anche prezzi più bassi per gli spettatori), dei partner e di tutte le parti interessate".

Una volta nato, aggiunge la cartella stampa dei costruttori, l'inedito mondiale potrà contare sulla partecipazione "dei migliori piloti, marchi, sponsor, organizzatori e società storicamente legate al più alto livello dello sport automobilistico". Con questa realtà la Formula 1 tradizionale, o quello che ne resterà, dovrà misurarsi. E saranno dolori, sia dal punto di vista dell'appeal che della qualità tecnologica del confronto.

Nel comunicato della Fota non manca qualche frecciatina a Bernie Ecclestone: "I desideri dei team piu’ importanti sono stati ignorati. Inoltre, decine di milioni di dollari non sono stati distribuiti dal detentore dei diritti commerciali sin dal 2006. E' quindi chiaro che le squadre non possono continuare a compromettere i valori fondamentali dello sport e hanno rifiutato di togliere la riserva alla loro iscrizione al campionato 2010".

(Grazie Structure)

Via | Repubblica.it

  • shares
  • Mail
83 commenti Aggiorna
Ordina: