GP Gran Bretagna: le qualifiche Ferrari viste dall'interno

ferrarif60

Un nono e un undicesimo posto, con Kimi Raikkonen e Felipe Massa: questo il bilancio della Scuderia Ferrari Marlboro nelle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna. Con una buona prestazione in Q2 il finlandese è riuscito ad entrare nell’ultima parte della sessione, ma non ha poi potuto fare meglio del nono posto, mentre il brasiliano ha mancato l’ingresso in Q3 a causa di un errore nel terzo settore della pista, che gli ha fatto perdere del tempo prezioso.

Dice Stefano Domenicali: “E’ ovvio che si tratta di un risultato insoddisfacente ma, francamente, non ci aspettavamo molto di più. Inutile cercare responsabilità specifiche: il nostro attuale valore con simili condizioni di temperatura e su un tracciato caratterizzato da tante curve veloci è questo: la macchina non ha abbastanza carico aerodinamico per generare aderenza negli pneumatici. Ciò detto, non dobbiamo perderci d’animo: sappiamo che ci aspetta una gara in salita ma dovremo cercare di portare a casa dei punti utili per la classifica”.

ferrarif60
ferrarif60
ferrarif60
ferrarif60

Massa vede così le cose: “Non è un gran weekend per noi, inutile nasconderlo. Ho mancato l’ingresso in Q3 perché ho commesso un errore nell’ultimo settore: fino a quel momento ero un paio di decimi più veloce del mio miglior tempo. Dobbiamo sempre spingere al limite perché la macchina non offre certo margini di sicurezza in qualifica, così può accadere di commettere degli sbagli. La F60 è bilanciata ma non siamo sufficientemente veloci. Nelle ultime due gare alcuni team hanno fatto dei passi importanti nello sviluppo mentre noi non abbiamo migliorato abbastanza la nostra prestazione. Sarà una gara dura ma magari può accadere qualcosa che ci può far agguantare un buon risultato. Da parte nostra dovremo soltanto dare il massimo e provarci, sempre”.

Anche Raikkonen evita di illudersi: “Non mi aspettavo molto di più, sinceramente. Il livello della nostra attuale prestazione è questo: oggi (ieri, ndr.) era difficile fare più di così. Ogni weekend cerchiamo di fare del nostro meglio: anche su questa pista la F60 ha un buon bilanciamento ma, come abbiamo visto tante altre volte quest’anno, non abbiamo sufficiente aderenza. Ho fatto un buon giro in Q2 ma, con la benzina a bordo per la gara, la macchina non era altrettanto veloce rispetto agli altri. Abbiamo migliorato la vettura in queste due ultime gare ma sembra che altri abbiano fatto un passo avanti più ampio di noi”.

Chris Dyer non nasconde la realtà: “E’ certamente un risultato poco esaltante ma che rientra nelle aspettative della vigilia. Rispetto a venerdì abbiamo migliorato la prestazione della macchina, ma non in maniera sufficiente per farci lottare con i migliori. La gara sarà sicuramente molto difficile per noi. Cercheremo di fare del nostro meglio per cercare di finire con entrambe le vetture in zona punti”.

Via | Ferrari Press
Foto | F1fanatic.co.uk

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: