Flavio Briatore: "La bassa affluenza in Turchia non è positiva"

flavio briatore

Flavio Briatore è un membro della Fota che guarda con molta attenzione all'attrattiva del Circus. Il manager piemontese crede che il mondo dei Gran Premi debba essere vissuto con entusiasmo dai tifosi, sia in televisione che dal vivo. Per questo lo irrita il fatto che in Turchia ci sia stata una scarsa partecipazione di pubblico.

Sulla pista di Istanbul si sono registrate solo 30 mila presenze. Un dato misero, che secondo il manager della Renault non è degno della Formula 1 e della sua immagine. Questo, alla lunga, potrebbe avere delle ripercussioni negative, che la disciplina non può permettersi.

Briatore è chiaro per il futuro: "Preferiamo avere delle tribune piene piuttosto che più soldi dagli organizzatori turchi. E' meglio per lo spirito del nostro sport. Vogliamo spalti colmi di tifosi. Non ha alcun senso spendere tanti soldi per una cattedrale vuota". Sarà necessario incentivare le presenze, quindi, magari riducendo il costo dei biglietti.

Altrimenti si corre il rischio di far sparire dal calendario il circuito di Silverstone, che ha richiamato 310 mila persone nel week-end agonistico, mentre resterebbero delle gare, come quella turca, che si disputa su un bel tracciato ma non riesce a destare il giusto interesse. A questo punto urgono delle soluzioni. Il geometra cuneese, dall'alto della sua esperienza, sarà prodigo di consigli. Dice Luca di Montezemolo, presidente della Fota: "Flavio sarà molto occupato coi detentori dei diritti commerciali per migliorare lo spettacolo nel nostro sport. Speriamo di trovare un accordo nei prossimi giorni".

Via | Eurosport.com

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: