Gilles Villeneuve, un idolo intramontabile della Formula 1

Il pilota canadese moriva in un tragico incidente 32 anni fa: è stato uno dei piloti più amati della storia del circus

Una settimana fa ricordavamo uno straordinario campione come Ayrton Senna, oggi è il giorno di Gilles Villeneuve. L’8 maggio 1982, esattamente 32 anni fa, il pilota canadese moriva in un terribile incidente in pista a Zolder, nella fase finale delle qualifiche. Lo scontro con il suo ex compagno Joachen Mass fu terrificante: la Ferrari di Gilles decollò, compì due giri completi e si schiantò violentemente a terra, con il pilota sbalzato per cinquanta metri fuori dalla vettura. Le sue condizioni furono subito disperate e morì nella serata all’ospedale di Lovanio.

GILLES: I CINQUE MOMENTI INDIMENTICABILI

Lasciò un grande vuoto nel mondo della Formula 1, dove era diventato l’idolo incontrastato della folla: non tanto per i suoi numeri (6 vittorie in carriera e nessun titolo mondiale), ma più che altro per il suo modo di affrontare le gare. Sempre all’attacco, senza fermarsi praticamente di fronte a nulla, rendendo possibile ogni sorpasso in qualsiasi situazione. Tanto che sono suoi alcuni duelli epici della storia del circus: da quello strepitoso con Arnoux nel Gp di Francia 1979 o quello altrettanto mitico con il compagno di squadra Pironi ad Imola nel 1982.

Proprio quest’ultima battaglia forse ebbe un suo peso in quel tragico incidente, visto che avvenne due settimane prima: la tensione tra i due piloti della Ferrari era alle stelle e probabilmente Villeneuve non affrontò quel weekend con la giusta serenità. Pur avendo avuto diversi fuoriclasse sia la Formula 1 che la scuderia di Maranello, nessun pilota fu probabilmente amato più di Villeneuve ed ancora oggi, trascorsi 32 anni, tutti lo ricordano con grande entusiasmo. Perché gli eroi sono sempre intramontabili.

Gilles Villeneuve

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail