F1, Mercedes: dopo il GP di Spagna iniziano i test dei nuovi scarichi

I test successivi al GP di Spagna vedranno l'esordio dei nuovi terminali di scarico. Merito di Mercedes, che introdurrà un'appendice con funzione di amplificatore.

2014_mercedes_f1

Mercedes è la prima scuderia ad introdurre alcune soluzioni tecniche per aumentare il rombo dei motori V6, come suggerito a gran voce da pubblico e sponsor. Tali accorgimenti sono ancora allo stato embrionale e non verranno introdotti dal GP di Spagna, ma saranno presi in esame nelle giornate di test successive alla gara. L’operazione ha già ricevuto il benestare dalla FIA.

LA RESA DI JEAN TODT: SIAMO PRONTI AD AUMENTARE IL RUMORE

I tecnici della Federazione – secondo quanto riporta Autosport – stanno ormai da tempo lavorando con gli ingegneri delle scuderie per valutare la bontà di alcune soluzioni. Tale scenario ha portato alla nascita di un dispositivo simile ad un megafono, sistemato nella porzione terminale degli scarichi, che dovrebbe amplificare il rombo in uscita e configurarsi quale soluzione dall’ottimo rapporto costi/benefici. Proprio quest’ultimo elemento sarà fondamentale per convincere le scuderie, che non vogliono sobbarcarsi ulteriori costi di sviluppo e collaudo.

ANCHE ECCLESTONE ESPRIME LE PROPRIE PERPLESSITA' SUL RUMORE DEI V6

E’ significativa a tal proposito l’opinione di Remi Taffin, responsabile Renault per le operazioni di pista, secondo cui il layout dei motori non è modificabile perché già disegnato per ottenere la massima resa energetica. “Le automobili rally producono un bel rumore perché il carburante attraversa i terminali di scarico. In Formula 1 questa situazione non può verificarsi, dal momento il quantitativo di carburante dev’essere rispettato”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail