Ferrari: i circuiti del Nurburgring e di Hockenheim

lauda

Il Gran Premio di Germania fa parte del Campionato Mondiale di Formula 1 dal 1951: non fu disputato nel 1950, nel primo anno di vita della Formula 1, poiché per un certo numero di anni dopo la Seconda Guerra Mondiale la Germania non fu autorizzata ad organizzare competizioni internazionali.

Con l'esclusione del 1959 quando l'evento fu tenuto all'Avus, un peculiare circuito ricavato su un veloce tratto di autostrada con un tornante finale che permetteva alle vetture di percorrere lo stesso tracciato in senso inverso, il Gran Premio di Germania si è sempre disputato al Nurburgring o all'Hockenheimring. Un fatto di rilievo riguardante l'unico Gran Premio disputato all'Avus, vinto da Tony Brooks, è che in quella corsa un costruttore occupò tutti i gradini del podio: infatti, le Ferrari giunsero prima, seconda e terza.

Nell'anno 2007 fu presa la decisione di alternare la gara tra il Nurburgring e Hockenheim: quest'anno, sarà il turno della pista sulle dolci colline dell'Eifel. Entrambe i circuiti hanno un passato glorioso che risale fino ai tempi in cui il loro tracciato si presentava in maniera sostanzialmente diversa: Hockenheim era una delle piste più veloci del Campionato, con i suoi due lunghissimi rettilinei che correvano all'interno della foresta e si rivelavano molto pericolosi quando la pioggia diminuiva sensibilmente la visibilità. Nel 1968, durante una gara di Formula 2, su questa pista perse la vita il pluricampione del mondo Jim Clark. Per quanto riguarda il Nurburgring, invece, adagiato sui morbidi rilievi dell'Eifel, il circuito originario noto come Nordschleife è ancora esistente, con tutti i suoi 22,8 chilometri!

Tuttavia dopo la corsa del 1976, quando Niki Lauda fu sul punto di perdere la vita a seguito di un grave incidente dove la sua Ferrari prese fuoco, il tracciato fu ritenuto troppo pericoloso per le monoposto di Formula 1. Jackie Stewart ribattezzò questo circuito, il più lungo previsto dal calendario di Formula 1, con il nome di "inferno verde". La pista è ancora utilizzabile per le corse di altre categorie e anche la gente comune la può percorrere, pagando un biglietto d'accesso neanche tanto costoso.

In ogni caso, l'incidente di Lauda dimostrò che era praticamente impossibile intervenire tempestivamente in caso di necessità su un percorso così lungo: pertanto, dall'anno successivo, il Gran Premio di Germania prese residenza permanente sul circuito di Hockenheim. E' curioso notare che il vincitore della prima gara organizzata nella nuova residenza fu Niki Lauda, al volante di un'altra Ferrari. La pista di quest'anno, il Nurburgring, anche se non ha organizzato molto frequentemente il Gran Premio di Germania, ha visto in ogni caso parecchie Formula 1 sfidarsi sulle sue curve poiché ha ospitato il Gran Premio d'Europa per ben dodici volte tra il 1984, l'anno in cui fu inaugurato il nuovo circuito, e il 2007. Nel 2009 il Gran Premio d'Europa si terrà a Valencia.

Anche se gli sport motoristici sono sempre stati molto popolari in Germania, in parte grazie ai successi delle Frecce d'Argento Mercedes verso la metà degli Anni Cinquanta, non ci sono stati molti piloti tedeschi che hanno lasciato il segno nell'albo d'oro della categoria. Nel 1961, Wolfgang von Trips con la sua Ferrari pareva in lizza per la conquista del Titolo Mondiale: purtroppo, perse la vita nel corso del Gran Premio d'Italia a Monza.

Quell'anno la Casa di Maranello vinse il Campionato grazie ad un americano, Phil Hill, che al volante della famosa Ferrari "muso di squalo" diventò il primo uomo in grado di compiere un giro del Nurburgring in meno di nove minuti. Poi venne l'era di Michael Schumacher e nella sua madre patria l'interesse per la Formula 1 decollò definitivamente. I tifosi tedeschi sono sempre stati chiassosi ed entusiasti: spesso trasformano le gare automobilistiche in occasioni per fare del buon sano e vecchio camping. Al Nurburgring, poi, nel corso del fine settimana di gara i bordi del vecchio circuito si trasformano in un enorme campeggio. Nell'epoca post Schumi l'interesse per lo sport non è diminuito, e nella stagione 2009 sulla griglia di partenza si sfideranno anche cinque piloti tedeschi.

La Scuderia Ferrari guida la classifica delle vittorie nel Gran Premio di Germania con 19 affermazioni: la più recente risale alla stagione 2006 quando al volante c'era ancora Michael Schumacher. L'anno scorso entrambe le F2008 riuscirono ad andare a punti ma quel pomeriggio di Hockenheim fu molto problematico: Felipe conquistò il terzo gradino del podio e Kimi terminò la corsa in sesta posizione.

Via | Press Ferrari

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: