GP Spagna F1 2014: Ricciardo è 'frustrato', Vettel si affida ai meccanici

Ricciardo si definisce frustrato, per colpa di Mercedes che sembrano avere una marcia in più. Vettel minimizza, ma il problema rischia di rivelarsi indigesto.

2014_daniel_ricciardo

Le prime due sessioni di prove libere hanno confermato lo strapotere delle Mercedes. Il vantaggio è talmente sostenuto da portare Daniel Ricciardo – primo fra i terrestri – ad ammettere di sentirsi ‘frustrato’, in virtù di un ritardo prossimo al secondo in entrambi i turni. “Siamo in ripresa, ma per nostra sfortuna le Mercedes non sembrano aver intenzione di rallentare – il suo commento –. Sono un po’ frustrato. Non pensavo che fossero già così in palla”.

Il pilota della Red Bull sperava inoltre che “il distacco fosse più contenuto, ma oggi le Mercedes hanno dimostrato di essere ancora lontanissime. Sarebbe positivo lottare per una vittoria nel breve termine, ma una terza posizione è il risultato massimo a cui oggi possiamo ambire”. Sebastian Vettel non sfodera aggettivi per definire il proprio umore, ma possiamo immaginare di quale colore fosse la sua faccia dopo non essere nemmeno riuscito a stabilire un rilevamento cronometrico.

“Il guasto si è rivelato marginale, ma ha prodotto delle conseguenze gravissime – ha spiegato al termine delle libere 2 –. Spero che i tecnici riescano ora a risolvere il problema, altrimenti ci saranno delle novità tutt’altro che piacevoli. D’ogni modo sono fiducioso e mi auguro che la situazione possa risolversi”.

  • shares
  • +1
  • Mail