GP Spagna F1 2014: le qualifiche in chiave Ferrari

Ancora una volta le Ferrari non hanno raggiunto il risultato sperato, mancando una buona posizione in griglia nel sabato di Montmelò.

AUTO-F1-ESP-TEST-FERRARI

Esito deludente per le prove di qualificazione Ferrari nel Gran Premio di Spagna di Formula 1, che andrà in scena oggi sulla pista di Barcellona. In una sessione dominata per l’ennesima volta dalla Mercedes, le “rosse” sono rimaste indietro.

GP SPAGNA F1 2014: PROVE DI QUALIFICAZIONE

La pole position è andata a Lewis Hamilton, che partirà per la quarta volta al comando su cinque appuntamenti con il cronometro disputati nella stagione agonistica 2014. Dietro di lui il compagno di squadra Nico Rosberg, l’unico ad aver contenuto il distacco a livelli contenuti nella sfida di ieri.

Gli altri accusano ritardi piuttosto marcati, a riprova della superiorità delle “frecce d’argento”. Scorrendo la classifica, la seconda fila è occupata da Daniel Ricciardo, su Red Bull, e Valtteri Bottas, su Williams. Prestazione inadeguata per le Ferrari, con Kimi Raikkonen al sesto posto, seguito dal compagno di squadra Fernando Alonso al settimo. Fra i due interpreti del “cavallino rampante” solo 36 millesimi di scarto, ma il gap dai migliori fa paura.

Per la scuderia di Maranello è stata una qualifica complessa, con una F14 T incapace di competere ad armi pari con i migliori. Il direttore tecnico Pat Fry non può che ammettere le difficoltà, ma lascia spazio a un pizzico di fiducia: “Sarà una gara difficile, ma possiamo contare su una coppia di piloti straordinari per provare a recuperare posizioni”.

La delusione di Alonso si esprime così sul sito ufficiale della Ferrari: “Non è stata una buona qualifica per noi. Avrei voluto trovarmi più avanti in griglia, ma è andata in modo diverso. Non siamo stati veloci ed ora dobbiamo pensare alla gara, per tentare di guadagnare più punti possibili”.

Simile il punto di vista di Raikkonen, che aggiunge un po’ di speranza: “Non possiamo essere soddisfatti della sesta piazza, perché è naturale che vogliamo competere per le posizioni di testa, ma rispetto all’ultima gara siamo riusciti a risolvere alcuni problemi e abbiamo migliorato il feeling con la vettura”. Oggi la prova del nove.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail