F1, Lotus è convinta di poter ancora superare Ferrari

La gara in chiaroscuro di Romain Grosjean non ha certo rammaricato i vertici Lotus: vero che il francosvizzero è giunto ottavo, ma solo per colpa di noie meccaniche,

2014_romain_grosjean_spain

L’ottavo posto di Romain Grosjean nel GP di Spagna ha ridato colore e fiducia a tutti i componenti del team Lotus. Per questo motivo ad Enstone scommettono ora su una situazione che avrebbe del clamoroso, impensabile solo fino a poche settimane fa: diventare la terza scuderia del circus. L’obiettivo è decisamente ambizioso, ma gli uomini della scuderia inglese guardano esclusivamente ai fatti: vero è che Grosjean si è classificato in ottava posizione, ma per colpa di un guasto ad un sensore del motore; in caso opposto sarebbe – a loro giudizio – arrivato davanti ai due Ferraristi.

Tale convinzione è espressa da Gerard Lopez, proprietario del team. “E’ da inizio stagione che andiamo ripetendo le qualità della nostra automobile. Sapevamo che le fondamenta erano solidissime – ha spiegato ad Autosport –. Abbiamo accusato un problema elettronico sulla vettura di Romain, che ci ha purtroppo impedito di combattere con le Ferrari. Per questo motivo siamo convinti che il risultato poteva essere migliore”.

“Ciò significa che abbiamo un’automobile meno veloce delle Mercedes e molto vicina alle Red Bull. Tutti gli altri avversari sono alla nostra portata” il commento di Lopez, secondo cui “vogliamo lottare per la terza o la quarta posizione della classifica generale”. “Un quarto di stagione è ormai trascorso, e molti team si sono rubati punti a vicenda – la sua riflessione –. Il quinto posto in griglia ed una gara a lungo spesa in quinta/sesta posizione ci dimostra che abbiamo una vettura davvero valida”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail