Ferrari alla 24 Ore di Le Mans: se ne torna a parlare

La notizia va presa con le pinze, perché in altri anni si era parlato di un rientro a Le Mans della Ferrari, anche come mezzo di pressione per cambiare le norme del Circus. Ora il tema si ripropone.

Pilots rush to their racing cars during the start

Gli appassionati dell’universo endurance sarebbero felici di vedere la Ferrari ai nastri di partenza della 24 Ore di Le Mans, in classe LMP1. Della prospettiva si è parlato già in altre occasioni, ma la cosa torna di attualità in vista dell’edizione 2014 della sfida della Sarthe, dove alcuni ipotizzano un annuncio a sorpresa da parte della casa del “cavallino rampante”.

In base alle indiscrezioni della stampa spagnola, nella giornata di sabato la Ferrari potrebbe annunciare il ritorno a Le Mans, giovandosi della maggiore compatibilità tecnologica della Formula 1 odierna con l’universo romantico delle gare di durata.

In attesa di scoprire se la notizia risponde al vero, aderendo magari a quell’annuncio importante che gli organizzatori vogliono dare prima della sfida transalpina, ci dobbiamo accontentare dell’unica certezza: il ruolo di starter affidato a Fernando Alonso, dopo che nel 2010 la stessa mansione era stata affidata al presidente Luca di Montezemolo.

La vittoria rossa nell'edizione del 1961

Ricordiamo che la Ferrari vanta nove successi assoluti alla 24 Ore di Le Mans, l'ultimo nel 1965 con Jochen Rindt e Masten Gregory alla guida di una 250 LM. Se ci fosse il ritorno, la casa di Maranello recupererebbe la strada dell’endurance, già forse nel 2015.

Queste poche e aleatorie notizie regalano qualche dose di speranza ai tifosi delle “rosse” che ricordano le felici esperienze agonistiche della Ferrari nel Campionato Mondiale Marche, una categoria che per tanti anni ha rappresentato il fiore all'occhiello dell'automobilismo da corsa.

I più grandi piloti, alla guida dei bolidi dei più blasonati marchi, si sono confrontati a lungo sui circuiti più affascinanti del pianeta. Targa Florio, 24 Ore di Le Mans, 12 Ore di Sebring, 24 Ore di Daytona sono alcune delle sfide il cui ricordo, ancora oggi, elargisce fiumi di emozioni gli appassionati.

L'azienda del "cavallino rampante" ha conquistato successi molto prestigiosi nella categoria, con vetture che hanno scritto pagine memorabili nella storia dell'auto. Alcuni modelli, come la 250 Testa Rossa o la 330 P4, si sono elevati al rango di capolavori assoluti. Solo le officine di Maranello potevano produrli.

Dopo una lunga pausa, la tradizione delle Sport si è rinnovata con la 333 SP, fortemente voluta da Piero Ferrari. Con questo bolide la casa italiana ha raccolto per sé e per i suoi tifosi numerose affermazioni negli anni Novanta, riallacciandosi alla storica esperienza.

Gare del campionato mondiale marche (1957-1973)

Alcuni successi Ferrari

1957

Buenos Aires: Gregory, Castellotti, Musso (290)
Mille Miglia: Taruffi (315, 3800cc)
Venezuela: Collins, Hill (335 S, 4100cc)

1958

Buenos Aires: Collins, Hill (250 TR)
Sebring: Collins, Hill (250TR)
Targa Florio: Musso, Gendebien (250 TR)
Le Mans: Gendebien, Hill (250TR)

1959

Sebring: Hill, Gendebien, Gurney, Daigh (250 TR)

1960

Buenos Aires: Hill, Allison (250 TR)
Le Mans: Gendebien, Frere (250 TR)

1961

Sebring: Hill, Gendebien (250 TR)
Targa Florio: Von Trips, Gendebien (246 SP)
Le Mans: Hill, Gendebien (250 TR)

1962

Sebring: Bonnier, Bianchi (250 TR)
Targa Florio: Gendebien, Rodriguez, Mairesse (246 SP)
Le Mans: Hill, Gendebien (330 P)
Nurburgring: Hill, Gendebien (246 SP)

1963

Sebring: Surtees, Scarfiotti (250P)
Nurburgring: Surtees, Mairesse (250P)
Le Mans: Scarfiotti, Bandini (250P)

1964

Sebring: Parkes, Maglioli (275P)
1000km Nurburgring: Scarfiotti, Vaccarella (275P)
Le Mans: Guichet, Vaccarella (275P)

1965

Targa Florio: Bandini, Vaccarella (275 P2)
1000km Nurburgring: Surtees, Scarfiotti (275 P2)
Le Mans: Gregory, Rindt (250 LM)

1966

Monza 1000km: Surtees, Parkes (330 P3)
Spa 1000km: Parkes, Scarfiotti (330 P3)

1967

Daytona: Bandini, Amon (330 P4)
1000km Monza: Bandini, Amon (330 P4)

1970

Sebring 12h: Giunti, Vaccarella, Andretti (512 S)

1972

Buenos Aires 1000km: Peterson, Schenken (312 P)
Daytona 6h: Ickx, Andretti (312 P)
Sebring 12h: Ickx, Andretti (312 P)
1000km Brands Hatch: Ickx, Andretti (312 P)
Monza 1000km: Ickx, Regazzoni (312P)
Targa Florio: Merzario, Munari (312 P)
Spa 1000km: Redman,Merzario (312 P)
Nurburgring 1000km: Peterson, Schenken (312 P)
1000km d'Austria: Ickx, Redman (312 P)
Watkins Glen: Ickx, Andretti (312 P)

1973

Monza 1000km: Ickx, Redman (312 P)
Nurburgring 1000km: Ickx, Redman

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail