F1: la Mercedes domina, ma il duello Rosberg-Hamilton può mettere a rischio il titolo

Ed il 'terzo incomodo' Ricciardo inizia a crederci: "Tutti dicono che l'ultima gara sarà strana..."

F1 Grand Prix of Bahrain - Race

La Formula 1 è andata in vacanza e la prima parte di stagione ha visto una scuderia dominante, senza discussioni: la Mercedes ha vinto nove gare su undici, mostrando una superiorità disarmante per tutte le rivali, sin dai test invernali. Se il titolo costruttori sarà solamente una formalità, quello piloti non è ancora così scontato. I 71 punti di vantaggio di Nico Rosberg su Daniel Ricciardo sono una dote importante (così come il +60 di Hamilton), ma non regalano la certezza della corona iridata al team tedesco.

Leggi anche: Ferrari-Alonso, in vacanza con un sorriso

Le ultime gare hanno visto qualche problema di troppo nell’affidabilità, con il ritiro del tedesco in Gran Bretagna e le partenze nelle retrovie dell’inglese in Germania e Ungheria, ed il duello in famiglia sta alzando sempre più i toni all’interno del team. E proprio quest’ultimo punto è il rischio più grande per la Mercedes: la lotta aperta è bellissima per lo spettacolo e giusta con due piloti eccellenti, ma così facendo si tolgono punti a vicenda. Con il rischio dietro l’angolo di andare oltre il limite e finire una gara con entrambi fuori per un incidente.

Per la gioia dei tifosi neutrali e degli appassionati, si andrà avanti così fino alla fine della stagione: ormai è impossibile determinare una prima guida dal team e, comunque, Hamilton ha dimostrato di rifiutare un ordine di scuderia. Così Ricciardo inizia a sperare nel clamoroso colpaccio: “Tutti dicono che l’ultima gara sarà strana, magari con me potrebbe funzionare...”. Il riferimento è al punteggio doppio ad Abu Dhabi: con 50 punti disponibili in un solo Gp, se la Mercedes avrà qualche nuovo problema, l’affermazione dell’australiano non è così inverosimile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail