GP d'Italia, la sessione di qualifica vista dalla Ferrari

fisichella

Una vettura in seconda ed una in settima fila: questo il bilancio delle qualifiche di Monza per la Scuderia Ferrari Marlboro, che avrà Kimi Raikkonen in terza posizione e Giancarlo Fisichella in quattordicesima.

"Per come si era aperta la giornata -dice Stefano Domenicali- possiamo essere abbastanza contenti di come sono andate le cose. Sono molto felice per Kimi, che ha fatto una prestazione straordinaria. Giancarlo è riuscito a fare il massimo date le condizioni: non aver potuto preparare al meglio le qualifiche in FP3 era un handicap importante al suo debutto con la Ferrari".

"La gara -aggiunge il team principal di Maranello- sarà dura e difficile, contro avversari molto forti, fra i quali non è ormai più una sorpresa la Force India. Le scelte strategiche potranno essere diverse da pilota a pilota e sarà fondamentale sfruttare al meglio ogni opportunità. Il nostro obiettivo è quello di fare il massimo dei punti per consolidare il terzo posto nella classifica Costruttori, ma ci farebbe molto piacere poter dare una bella soddisfazione a tutti i nostri tifosi nella gara di casa".

Fisichella non sembra deluso: "Tutto sommato sono abbastanza soddisfatto, anche se mi rendo conto che il quattordicesimo posto sulla griglia di partenza non è un risultato all’altezza della Ferrari. Venerdì ho fatto il mio debutto alla guida della F60 e nella terza sessione di libere, a causa di un mio errore, ho perso del tempo prezioso per preparare le qualifiche, andando a sbattere contro le barriere di protezione. Voglio ringraziare tutti i meccanici che hanno fatto un lavoro fantastico nel sistemare la macchina per le prove ufficiali. Ero un po’ teso prima delle prove, perché sapevo di non avere ancora la necessaria confidenza con la vettura. Purtroppo in Q2 non sono mai riuscito a fare un giro perfetto e non ce l’ho fatta ad entrare in Q3: un peccato, perché il potenziale c’era, ma domani (oggi, ndr.) c’è tempo e modo per fare comunque una bella corsa, magari cercando di guadagnare subito in partenza qualche posizione grazie al Kers".

E' andata meglio a Raikkonen: "E’ stata una delle migliori qualifiche dell’anno e speriamo che le cose in gara possano andare ancora meglio. Sono contento di questo risultato, per la squadra e per i nostri tifosi. La macchina non è ancora perfetta, ma è comunque buona. Sapevamo che lo scoglio più duro lo avremmo affrontato in Q2, perché poi la momoposto con benzina a bordo è sempre molto competitiva: è stata comunque una sorpresa positiva il suo comportamento nell’ultima sessione. Sono fiducioso per domani (oggi, ndr.): in partenza non sarà così facile guadagnare tante posizioni come a Spa, perché ci sono altre vetture dotate di Kers vicino a me ma, se tutto andrà bene, potremo lottare per un posto sul podio".

Chris Dyer è ottimista: "Prima di tutto voglio fare i complimenti a Giancarlo. Dopo l’incidente della mattinata aveva davanti a sé un compito non facile in qualifica ed essere comunque riuscito ad ottenere il quattordicesimo posto è un buon modo di iniziare la sua carriera in Ferrari. I complimenti vanno estesi anche a tutti i meccanici, che hanno fatto un grande lavoro riparando la vettura in tempi brevissimi. Kimi ha fatto una bellissima qualifica, soprattutto in Q3. Magari diversi piloti che sono alle sue spalle hanno più benzina di lui e ciò significa che dovremo cercare di sfruttare al meglio le prime fasi della corsa per guadagnare terreno. Venerdì abbiamo visto che il ritmo di gara è buono e penso che potremo lottare per un posto sul podio".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: