GP Belgio F1 2014, Rosberg: L'incidente non comprometterà i rapporti con Hamilton

GP Belgio F1 2014: Rosberg fa spallucce e ritiene che l'incidente non comprometterà i suoi rapporti con Hamilton. La rabbia di Wolff e Lauda? "Rispetto il loro pensiero".

2014_gp_belgium_rosberg

GP Belgio F1 2014: Nico Rosberg è sicuro che gli strascichi dell’incidente non deterioreranno il suo rapporto con Lewis Hamilton, nonostante il compagno di scuderia abbia espresso in tutti i modi il proprio risentimento. “Sono certo che riusciremo a mantenere l’armonia all’interno del box – il pensiero del tedesco, capoclassifica con 29 punti di vantaggio sull’ex McLaren –. Abbiamo discusso dopo il GP dell’Ungheria e discuteremo di nuovo stasera; commenteremo quanto avvenuto e andremo avanti”.

Guarda anche: le classifiche piloti e costruttori

Il 29enne di Wiesbaden prova in tal modo a disinnescare la polemica e smentisce di aver guidato in maniera così aggressiva quale segno di rivalsa dopo l’ordine di scuderia non rispettato da Hamilton, che in Ungheria avrebbe dovuto lasciarlo passare. “La chiacchierata dopo il GP dell’Ungheria è stata chiarificatrice. Ci siamo promessi di guardare avanti e di lasciarci alle spalle tutto quanto successo – prosegue Rosberg –. Mi sono presentato alla gara di Spa con la mente libera ed ho pensato solo a vincere”.

Il leader della classifica generale ammette poi di non voler parlare dell’incidente a caldo ed esprime il proprio rammarico per il risultato della scuderia, dal momento che “avremmo potuto ottenere un risultato migliore in quanto le monoposto oggi erano davvero velocissime”. Il tedesco è stato poi informato delle reazioni non proprio accomodanti di Toto Wolff e Niki Lauda. “Rispetto la loro opinione. In quel momento ero più veloce ed ho provato a passarlo all’interno, ma la traiettoria era bloccata e mi sono quindi spostato all’esterno”.

  • shares
  • Mail