F1, la Ferrari verso il Gran Premio di Singapore

ferrari

Dopo aver salutato la stagione europea con un altro podio nella sfida di casa a Monza, la Scuderia Ferrari Marlboro si prepara alle ultime quattro gare dell’anno, a cominciare dal Gran Premio di Singapore. Su questa pista, nel 2008, si è disputata la prima corsa in notturna della Formula 1, sciogliendo le perplessità delle squadre, perché la luce artificiale è stata così buona da non minare le condizioni di visibilità.

Restano i dubbi sugli effetti in caso di pioggia, che non si è manifestata lo scorso anno. Questa volta, però, le previsioni sembrano di tenore diverso ed indicano la possibilità di forti temporali, ma resta da vedere se arriveranno durante i periodi di attività in pista. Le temperature attese si attestano fra i 25 e i 31 gradi Celsius.

Il primo Gran Premio di Singapore è stato molto apprezzato dai team, nonostante alcune lamentele sulla superficie della pista e su alcuni cordoli, poi messi a punto. Un’idea grezza di quali vetture siano più adatte al circuito sarà disponibile solo da venerdì, dopo le prove libere. Le F60 guidate da Kimi Raikkonen e Giancarlo Fisichella resteranno sostanzialmente immutate rispetto all’ultima gara, salvo che per i diversi carichi.

Dopo il Gran Premio d’Italia, il finlandese ha passato qualche giorno in Svizzera, mentre l'italiano ha avuto una settimana molto impegnata, con test al simulatore, meeting tecnici e prove aerodinamiche, per guadagnare feeling con la monoposto. Nel 2008, partendo dalla pole, Felipe Massa sembrava avere la corsa in pugno, fino all’ingresso della Safety Car, ma tutto andò a rotoli dopo il pit stop del brasiliano, che lasciava i box con il bocchettone del rifornimento ancora attaccato. Partendo dal terzo posto, Raikkonen chiuse la prova a pochi giri dalla bandiera a scacchi, per un incidente. Ora dovrebbe fare meglio.

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail