GP Singapore: il successo va a Lewis Hamilton

hamilton

Secondo successo stagionale per la McLaren che, con Lewis Hamilton, conclude al comando il Gran Premio di Singapore di Formula 1, confermando lo stato di grazia espresso nelle qualifiche di ieri. Nessun problema per il vincitore, che ha dominato in modo autorevole il confronto, guadagnando con merito il gradino più alto del podio. Alle spalle della sua freccia d'argento sono giunte la Toyota di Timo Glock e la Renault di Fernando Alonso.

Quarto posto per la Red Bull di Sebastian Vettel, nel gruppo di testa fino alla penalità rimediata in occasione della seconda sosta. Più indietro le Brawn GP di Jenson Button e Rubens Barrichello, seguite dalla McLaren di Heikki Kovalainen e dalla Bmw Sauber di Robert Kubica. Problemi ai freni hanno costretto al ritiro Mark Webber, facendo svanire i suoi sogni mondiali. Giornata incolore per la Ferrari, costretta ad accontentarsi della decima e tredicesima posizione. Ma andiamo alla cronaca della gara.

Una punizione legata al peso inferiore al minimo, registrato nel corso delle qualifiche, spinge la Bmw Sauber a sostituire il motore e il cambio della monoposto di Nick Heidfeld, che scatta dal fondo della griglia. Questo fa guadagnare il settimo posto al compagno di squadra polacco. Quando parte la sfida Lewis Hamilton conserva la leadership, grazie allo spunto impeccabile dell'asso di Stevenage.

L'inglese della McLaren guadagna subito un buon margine su Nico Rosberg e Sebastian Vettel, che si insediano alle sue spalle. Più staccati gli altri protagonisti, con Mark Webber seguito da Timo Glock e Fernando Alonso. Molto più indietro le Ferrari: Kimi Raikkonen è al 13° posto, Giancarlo Fisichella al 16°. Anche dopo il primo pit stop, Hamilton comanda le danze, davanti a Nico Rosberg, che però dovrà scontare un "drive trough", a causa del superamento della linea bianca nella corsia di uscita dai box.

Dietro la coppia di testa ci sono Sebastian Vettel, Timo Glock e Fernando Alonso. Le Brawn GP, che dettano legge nelle classifiche iridate, sono sesta e ottava, con Rubens Barrichello davanti a Jenson Button. Sempre spenta la gara dei "cavallini rampanti": Kimi Raikkonen è al 12° posto, con un ritmo di marcia poco vivace, mentre Giancarlo Fisichella è quindicesimo. In pista, intanto, entra la safety car, per l'incidente fra Adrian Sutil e Jaime Alguersuari.

Una volta rimossi gli ostacoli, Vettel cerca la coda dell'auto di Hamilton, ma deve arrendersi definitivamente quando è chiamato a scontare una sanzione per eccesso di velocità in pit line, dopo la sosta conclusiva. A quel punto la prova del campione del mondo in carica è in discesa. Nessuno saprà impensierirlo fino alla bandiera a scacchi. Sul fronte della classifica piloti, Button rafforza il primato, anche per la scelta di Barrichello di rientrare ai box, credendo in un nuovo ingresso dell'auto di sicurezza dopo l'incidente di Webber a 15 giri dal termine. Un eccesso di cautela nocivo nell'ottica del campionato.

Ordine d'arrivo:

01. Hamilton McLaren-Mercedes (B) 1h56:06.337
02. Glock Toyota (B) + 9.634
03. Alonso Renault (B) + 16.624
04. Vettel Red Bull-Renault (B) + 20.261
05. Button Brawn-Mercedes (B) + 30.015
06. Barrichello Brawn-Mercedes (B) + 31.858
07. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) + 36.157
08. Kubica BMW Sauber (B) + 55.054
09. Nakajima Williams-Toyota (B) + 56.054
10. Raikkonen Ferrari (B) + 58.892
11. Rosberg Williams-Toyota (B) + 59.777
12. Trulli Toyota (B) + 1:13.009
13. Fisichella Ferrari (B) + 1:19.890
14. Liuzzi Force India-Mercedes (B) + 1:33.502

Classifica Piloti:

01. Jenson Button (Brawn GP) 84
02. Rubens Barrichello (Brawn GP) 69
03. Sebastian Vettel (Red Bull) 59
04. Mark Webber (Red Bull) 51.5
05. Kimi Raikkonen (Ferrari) 40
06. Lewis Hamilton (McLaren) 37
07. Nico Rosberg (Williams) 30.5
08. Fernando Alonso (Renault) 26
09. Timo Glock (Toyota) 24
10. Jarno Trulli (Toyota) 22.5
11. Felipe Massa (Ferrari) 22
12. Heikki Kovalainen (McLaren) 22
13. Nick Heidfeld (BMW-Sauber) 12
14. Robert Kubica (BMW-Sauber) 9
15. Giancarlo Fisichella (Ferrari) 8
16. Adrian Sutil (Force India) 5
17. Sebastien Buemi (Toro Rosso) 3
18. Sebastien Bourdais (Toro Rosso) 2
19. Kazuki Nakajima (Williams) 0
20. Nelson Piquet (Renault) 0
21. Jaime Alguersuari (Toro Rosso) 0
22. Luca Badoer (Ferrari) 0
23. Romain Grosjean (Renault) 0
24. Vitantanio Liuzzi (Force India) 0

Classifica Costruttori:

01. Brawn GP 153
02. Red Bull 110.5
03. Ferrari 70
04. McLaren 59
05. Toyota 46.5
06. Williams 30.5
07. Renault 26
08. BMW-Sauber 21
09. Force India 5
10. Toro Rosso 5

Pesi delle monoposto:

01. Hamilton McLaren-Mercedes 660.5 kg
02. Vettel Red Bull-Renault 651.0
03. Rosberg Williams-Toyota 657.5
04. Webber Red Bull-Renault 654.5
05. Barrichello Brawn-Mercedes 655.5 (*)
06. Alonso Renault 658.0
07. Glock Toyota 660.5
08. Heidfeld BMW-Sauber 650.0
09. Kubica BMW-Sauber 664.0
10. Kovalainen McLaren-Mercedes 664.5
11. Nakajima Williams-Toyota 680.7
12. Button Brawn-Mercedes 683.0
13. Raikkonen Ferrari 680.5
14. Buemi Toro Rosso-Ferrari 678.0
15. Trulli Toyota 690.9
16. Sutil Force India-Mercedes 693.0
17. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 683.5
18. Fisichella Ferrari 678.5
19. Grosjean Renault 683.0
20. Liuzzi Force India-Mercedes 656.0

(*) arretrerà di 5 posizioni per aver sostituito il cambio

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina: