JCB Dieselmax pronta per la prova



Dopo un intenso programma di preparazione, la vettura da corsa JCB DIESELMAX è quasi pronta ad entrare in azione. A meno di due mesi dal tentativo del bolide JCB DIESELMAX di battere il record di velocità terrestre per un veicolo diesel, il team sta apportando gli ultimi ritocchi a quello che è stato un intenso programma di preparazione. Guidata dal Tenente colonnello dell'aviazione inglese, Andy Green, l'uomo più veloce al mondo, la vettura JCB verrà collaudata la prossima settimana presso la base della RAF a Wittering nei pressi di Pietroburgo prima della partenza del team per gli Stati Uniti.

Esiste una sola versione del JCB DIESELMAX, per cui il prototipo sarà anche la vettura che tenterà di stabilire il nuovo record! Lo sforzo effettuato per realizzare la vettura è stato enorme, poiché tutti i componenti sono stati appositamente progettati e sviluppati per la macchina JCB nell'ambito di questo progetto di alta velocità.

“Sappiamo che tutti i componenti si adattano perfettamente fra loro, perché abbiamo già costruito la vettura una volta, per poi rismontarla,” ha dichiarato John Piper, il capo progetto di JCB DIESELMAX. “Siamo ora alla fase finale e abbiamo appena finito di definire ogni minimo dettaglio, comprese staffe e alette. I motori sono stati abbinati ai cambi e sono pronti per essere montati sul telaio. Può sembrare un grande lavoro, ma conosciamo la macchina da cima a fondo e quindi non ci saranno problemi.”

“Ciascun gruppo motopropulsore JCB viene calato dall'alto nel telaio. Dopo essere stati avvitati, verranno fissate al telaio delle grandi traverse in alluminio in un unico pezzo sulle quali verranno montati due turbocompressori giganti a due stadi. Ciascuno di essi ha un peso di 50 kg e funzionerà a circa 900° C,” ha proseguito Piper.


Il telaio durante l'assemblaggio

Per le prove finali a RAF Wittering e durante la famosa Speedweek di Bonneville, la settimana dal 12 al 18 agosto e che precede il tentativo di record, il team intende avvalersi di una coppia di motori da corsa JCB444 LSR che sono stati realizzati e sviluppati da Ricardo. Il team avrà quindi bisogno di alcuni giorni per montare due nuovi motori e preparare la vettura per l'assalto al record mondiale ufficiale di velocità terrestre per veicoli spinti da motore diesel.
Il tentativo di record del mondo da parte del JCB DIESELMAX è previsto dal 21 agosto 2006 a Bonneville Salt Flats, Utah, Stati Uniti.

“Bonneville rappresenta una grande sfida,” ha dichiarato il dottor Tim Leverton, Direttore tecnico del Gruppo JCB e direttore del progetto. “Abbiamo una sola possibilità. Il successo dipende esclusivamente dalla preparazione e dall'attenzione ad ogni minimo dettaglio. Ciascun componente del JCB DIESELMAX è stato attentamente testato. I motori da corsa JCB444 LSR sono stati rodati presso i laboratori di prova della Ricardo Engineering e gli speciali cambi a 6 velocità sono stati collaudati su appositi banchi di prova.”


Una fase dell'assemblaggio delle sospensioni

Il pedigree del team tecnico di JCB DIESELMAX è impeccabile e vanta una straordinaria esperienza. “L'altro giorno parlando fra di noi,” ha ricordato Piper, “abbiamo scoperto che fra tutti abbiamo conquistato ben 14 Campionati mondiali in Formula 1 e che le corse in macchina fanno parte del nostro DNA.”

JCB è la quinta società produttrice di apparecchiature per l’edilizia al mondo, con 17 stabilimenti in quattro continenti: dieci in Gran Bretagna, tre in India e gli altri negli USA, in Brasile, in Cina e in Germania. JCB conta oltre 6300 dipendenti. Nel 2005 JCB ha festeggiato il 60° compleanno; è una società di capitale non quotata a gestione familiare (2 milioni di euro il fatturato nel 2005).

Maggiori informazioni e fotografie sono disponibili sul sito: www.jcbdieselmax.com


Dott. Martino Lorusso,
Responsabile Marketing Operativo JCB SpA
Tel: + 39 02.48.86.65.01
Fax: + 39 02.48.80.378
e-mail: martino.lorusso@jcb.it

Media Relation
Black Tie Corporation srl
Viale Certosa, 45
20149 Milano
Tel: +39 02.36.56.55.93
e-mail: info@blacktiecorporation.it

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: