LMES 1000Km del Nurburgring




Terzo successo della Pescarolo nell’LMES, successo che mette la squadra di Pescarolo già in odore di titolo, la corsa è sempre stata saldamente nelle mani della vettura francese dell’equipaggio Collard-Bouillion-Helary, mentre per il secondo posto la lotta è stata intensa tra la Creation e la Dome. La prima parte di gara vede la lotta tra la Pescarolo e la Courage di Nakano, che però sarà costretta al ritiro dopo solo 15 minuti, a fare pressione sulla Pescarolo passa allora la seconda Courage quella di Gounon, che si gira per un errore riuscendo però a mantenere la seconda posizione.

Ma nessuna delle Courage riuscirà a mantenere a lungo la seconda piazza che verrà poi conquistata definitivamente dalla Creation, seguita dalla Dome Judd del Racing For Holland. Serrata la lotta fra le Lmp 2 con ben quattro vetture che si alternano per la prima posizione, ad un’ora dal termine si trova in prima posizione la Radical, ma un incidente durante la lotta con la Lola le costringe entrambe ai box. La Lola recupera però la prima posizione, mentre la Radical sarà sopravanzata da un’altra Lola e finirà in terza posizione. In GT1 vittoria della Aston Martin DBR9 della Larbre di Lamy - Gardel - Vosse, e in Gt2 della Ferrari F430 del GPC di Belicchi - Zonca - Cioci.

Di seguito l’ordine di arrivo.

1 - Collard-Boullion-Helary (Pescarolo C60-Judd) - Pescarolo - 189 giri
2 - Minassian-Ortiz-Gabbiani (Creation-Judd) - Creation - a 3 giri
3 - Lammers-Yoong (Dome-Judd) - Racing for Holland - a 3 giri
4 - Berridge-Evans-Owen (Lola B06/10-AER) - Chamberlain - a 5 giri
5 - Amaral-De Castro-Burgueno (Lola B05/40-AER) - ASM - a 6 giri
6 - Binnie-Timpany-Hancock (Lola B05/42-Zytek) - Binnie - a 7 giri
7 - Johansson-Noda (Zytek 06S) - Zytek - a 8 giri
8 - Short-Barbosa (Radical SR9-Judd) - Rollcentre - a 8 giri
9 - Newton-Erdos (Lola EX264-MG) - RML - a 8 giri
10 - Lamy-Gardel-Vosse (Aston Martin DBR9) - Larbre - a 12 giri
11 - Policand-Goueslard-Alphand (Corvette C5-R) - Alphand - a 12 giri
12 - Primat-Fassler (Courage LC70-Judd) - Swiss Spirit - a 13 giri
13 - Kox-Pergl-Vasiliev (Ferrari 550) - Menx - a 13 giri
14 - Gounon-Frei-Fisken (Courage LC70-Mugen) - Courage - a 17 giri
15 - Greaves-Moseley (Radical SR9-AER) - Bruichladdich - a 18 giri
16 - Zonca-Belicchi-Cioci (Ferrari 430) - GPC - a 18 giri
17 - Ortelli-Ayari (Saleen S7-R) - Oreca - a 18 giri
18 - Lieb-Camathias (Porsche 996) - Autorlando - a 19 giri
19 - Bleekemolen-Hezemans (Spyker C8) - Spyker - a 19 giri
20 - Eagling-Sugden (Ferrari 430) - Virgo - a 19 giri



La Pescarolo vincitrice


La Creation seconda


La DBR9 prima in GT1


La Ferrari F430 prima in GT2

Foto del titolo:la partenza della gara

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: