Gp Usa F1 2014: Hamilton-Rosberg, la battaglia riparte da Austin

L'inglese parte favorito nella gara americana: "Voglio un altro cappello Stetson sul gradino più alto del podio"

F1 Grand Prix of Russia

Con la (scontata) assegnazione del titolo costruttori alla Mercedes, il rush finale del Mondiale 2014 di Formula 1 si concentra sul duello tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg per la corona piloti. L’inglese parte con 17 punti di vantaggio ed una serie aperta di quattro vittorie consecutive, con il tedesco a secco di successi addirittura da luglio, quando si impose nel Gp di Germania. E la prima tappa del duello si terrà il prossimo weekend negli Stati Uniti, dove i pronostici sono dalla parte del leader del mondiale.

Infatti, il tracciato di Austin rievoca bei ricordi ad Hamilton, visto che è stato il primo vincitore due anni fa, mostrando un ottimo feeling con il circuito: “E’ per me un posto speciale – ha raccontato, in questi giorni di vigilia – Ho vinto nel 2012 e tanti familiari vengono a vedermi, è quindi uno dei weekend migliori dell’anno. Voglio finire con un altro cappello Stetson sul gradino più alto del podio”. Significherebbe mettere una seria ipoteca sul titolo, anche se tutto resterà aperto fino all’ultima gara, con il doppio punteggio ad Abu Dhabi.

Viceversa, i ricordi di Rosberg non sono particolarmente piacevoli negli Stati Uniti, visto che ha ottenuto al massimo un nono posto nella passata stagione: “Non mi arrenderò fino all’ultimo metro della gara di Abu Dhabi – commenta Nico – Non ho avuto grandi gare su questo circuito, ma sono determinato a cambiare la storia quest’anno”. Non potrà fare altrimenti, per continuare a sperare in quel titolo che pareva a portata di mano prima dell’estate, ma ora diventato una montagna molto irta da scalare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail