Viktor Kharitonin compra il Nurburgring

Il circuito passò di mano già a marzo, ma il compratore non è riuscito a mantenere gli impegni presi. Gli subentra l'imprenditore russo.

2014_nurburgring

L’imprenditore russo Viktor Kharitonin ha rilevato la quota di maggioranza della società che gestisce il circuito del Nurburgring, acquistato a marzo da Capricorn Group per una cifra vicina a 100 milioni di euro. L’agenzia di stampa Bloomberg riferisce però che l’acquisizione non è andata a buon fine, motivo per cui Kharitonin è riuscito ad infilarsi nella trattativa.

Il finanziere moscovita, 41 anni, possiede il 38% di una fra le principali società al mondo nel ramo farmaceutico e vanta un patrimonio personale di circa 1 miliardo di dollari. Kharitonin sarebbe entrato in possesso di una quota azionaria vicina al 66%. Il circuito tedesco venne messo in vendita nel maggio 2013, quando si scoperchiò il vaso di Pandora: in quel periodo i debiti ammontavano a ben 400 milioni di euro, cifra aumentata senza controllo e maturata dopo il dissennato tentativo di trasformare l’intero complesso in una sorta di grande parco giochi per adulti.

Secondo Repubblica il compratore deve pagare 50.4 milioni di euro all’anno solo per impegni finanziari. La pista venne inaugurata nel 1927 ed ha ospitato 30 edizioni del GP di Formula 1, compresa quella in cui Niki Lauda rischiò di perdere la vita. Oggi è utilizzato da piloti amatori e soprattutto dalle case automobilistiche, che organizzano i test a cui sottoporre le vetture in fase di sviluppo. Frequenti sono gli incidenti. Negli anni dispari vi si corre il GP di Formula 1.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO