Ecclestone: Alla Formula 1 non servono giovani tifosi

Il manager rilascia dichiarazioni che sicuramente gli attireranno critiche e sberleffi. "I giovani in Formula 1? Preferisco rivolgermi ai 70enni danarosi".

2014_bernie_ecclestone

Bernie Ecclestone

ha fornito il suo punto di vista nel merito di una questione emersa tempo fa, su cui avevano dibattuto anche i team manager di alcune fra le scuderie più in vista: l’attenzione che team, sponsor ed organizzazione devono riservare ai tifosi più giovani. L’opinione del manager è destinata ovviamente a suscitare polemiche.

Non sono interessato a Twitter, Facebook ed a tutte queste cose prive di senso – il suo punto di vista –. Ho provato ad utilizzarli, ma resto una persona vecchio stile. Non ne vedo il significato”. Ad Ecclestone è stato poi domandato se non abbia intenzione di attirare i giovani amanti della Formula 1. “Se hai un’azienda che puoi rendere visibile davanti a centinaia di milioni di persone, lo puoi fare semplicemente grazie alle televisioni – prosegue Ecclestone –. Alla luce di ciò, dovrei utilizzare un nuovo mezzo di comunicazione per far vedere la Formula 1 ai 15enni solo perché qualcuno vuole mostrar loro il logo della sua azienda? Non saranno in alcun modo interessati”.

L’84enne di Bungay prosegue. “I giovani vedranno il logo della Rolex, ma potranno acquistarne uno? Non possono permetterselo. O uno dei nostri altri sponsor, come ad esempio UBS. Ai ragazzini non interessano le banche. Questo è ciò che penso. Preferirei rivolgermi ai 70 anni, alle persone che hanno un sacco di denaro”.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO