F1: Alonso alla McLaren, Hamilton approva "Ora è più maturo"

Lo spagnolo ebbe un rapporto travagliato con Ron Dennis nel 2007, nella sua prima esperienza a Woking

F1 Grand Prix of China

Mentre Sebastian Vettel ha svolto già i primi giri al volante della Ferrari, seppur con la versione 2012, ed è stato al museo di Maranello, deve ancora arrivare l’annuncio del ritorno di Fernando Alonso alla McLaren. Ormai non ci sono più dubbi però, visto che il sogno Mercedes è destinato a rimanere tale, dopo la conquista del titolo da parte di Lewis Hamilton e le trattative in corso per il rinnovo del contratto tra il neo campione del mondo e la scuderia tedesca. La comunicazione è attesa a breve, probabilmente già in questa settimana.

Poi verrà dato il via a Fernando II. Perché lo spagnolo e la scuderia di Woking si erano già incontrati nella stagione 2007 e fu un’esperienza decisamente travagliata. Se l’inizio fu positivo, con due successi ed un secondo posto nelle prime gare, il rapporto iniziò ad essere burrascoso con la famosa “spy story” e precipitò con le incomprensioni con il direttore sportivo Ron Dennis ed il compagno di squadra di allora Hamilton, arrivando fino alla perdita del titolo all’ultima gara ed alla separazione, per tornare alla Renault.

Ora il pilota inglese è alla Mercedes, ma il capo del team è sempre lo stesso. Allora in molti si chiedono come potrà andare, in questa occasione, tra Alonso e Dennis. Una risposta prova a darla uno dei protagonisti di quel 2007, proprio Lewis Hamilton: “Sarà una nuova esperienza per entrambi – le parole del campione del mondoFernando è cresciuto molto nel corso degli anni, sia come pilota che come maturità. E, avendo già lavorato con Ron Dennis, non sarà sicuramente in una situazione difficile come l’altra volta”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail