ALMS a Portland ancora Audi



Ancora Audi a Portland, ma la lotta con le Lola non è mancata, alla fine le due Audi hanno avuto la meglio, a inizio gara Guy Smith era riuscito a tenere con una certa facilità la testa della gara guadagnando sull’Audi, ma poi alla distanza le Audi vengono fuori anche per la migliore gestione delle fasi di gara.

Ed è proprio Capello che una volta dato il cambio a McNish risale dal quarto alla prima posizione, problemi per le Porsche del team Penske, con Dumas che si urta nella prima parte di gara con la Lola di Dayton, mentre l’auto di Maassen-Luhr rompe il motore a sette minuti dalla fine lasciando campo libero alla Lola del team Intersport.

Affermazione della Corvette in GT1, anche se un errore di un meccanico della Aston ha compromesso le possibilità di vittoria dell’auto inglese, mentre in GT2 è ancora l’efficentissima Ferrari F430 del Team Risi ad aggiudicarsi la vittoria per la seconda volta consecutiva.

Di seguito l’ordine di arrivo

1 - Capello-McNish (Audi R10) - Audi - 142 giri
2 - Pirro-Biela (Audi R10) - Audi - 142
3 - Dyson-Smith (Lola B06/10-AER) - Dyson - 140
4 - Weaver-Leitzinger (Lola B06/10-AER) - Dyson - 138
5 - Halliday-Field-Field (Lola B05/40-AER) - Intersport - 135
6 - Dayton-Wallace (Lola EX257-AER) - Highcroft - 134
7 - Gavin-Beretta (Corvette C6-R) - Corvette - 133
8 - McMurry-Willman (Lola EX257-AER) - Autocon - 133
9 - Enge-Turner-Piccini (Aston Martin DBR9) - Aston Martin - 133
10 - Fellows-O'Connell (Corvette C6-R) - Corvette - 132
11 - Lamy-Sarrazin (Aston Martin DBR9) - Aston Martin - 131
12 - Maassen-Luhr (Porsche RS Spyder) - Penske - 128
13 - Melo-Salo (Ferrari 430) - Risi - 128
14 - Bergmeister-Long (Porsche 911) - Petersen - 128
15 - Auberlen-Hand (Bmw E46 M3) - PTG - 128



La Lola protagonista nelle prime fasi di gara


La Corvette prima in GT1


La Ferrari del Risi ancora protagonista in GT2

Foto del titolo:L'Audi di Capello-McNish vincitrice

Foto:motorsport.com
  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: