Marchionne: La Formula 1 ha bisogno di una rivoluzione

Il presidente Ferrari ed il team manager della Scuderia condividono le preoccupazioni sul futuro della Formula 1: a loro avviso è necessario coinvolgere gli appassionati più giovani.

2015_marchionne_ferrari

Sergio Marchionne auspica un deciso cambio di rotta nel modo in cui la Formula 1 intende se stessa. “Dobbiamo intervenire già dalla prossima stagione. Ci serve un deciso cambio di rottaha spiegato il presidente della Ferrari –. Altrimenti c’è la possibilità che finiremo a scattarci dei selfie e nulla di più. Lo sport va reso più semplice e più accattivante, nel tentativo di renderlo più popolare anche fra i non appassionati”.

L’amministratore delegato di FCA era in compagnia di Maurizio Arrivabene, nuovo team manager della Scuderia, che condivide l’interpretazione e si ritiene anch’egli preoccupato dall’immobilismo che si avverte nel circus. “Abbiamo l’opportunità di coinvolgere un maggior numero di giovani – il suo pensiero –. Non ci servono nuove regole, ma solo determinazione e buona volontà. L’argomento è di strettissima attualità”. Il manager ha poi spiegato che la Formula 1 è ormai “troppo lontana dalla persone” e troppo legata a business e ricavi.

La Formula 1 deve fornire quello che le persone chiedono in termini di spettacolo – prosegue Arrivabene –. Le persone comprano i biglietti per guardare questo sport. Dobbiamo ascoltarle e portare la disciplina più vicino ai loro desideri. Ne trarremo beneficio tutti”. Queste riflessioni giungono in risposta alle parole di Bernie Ecclestone, che si dimostrato contrario ad aprire la Formula 1 agli appassionati più giovani, colpevoli di non essere abbastanza facoltosi per acquistare i beni delle società che sponsorizzano il campionato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail