Red Bull, Kvyat: Non siamo dove dovremmo essere

Il pilota russo ha accusato qualche difficoltà nella mattinata, ma si è poi rimesso in marcia ed ha persorso 63 giri.

2015_kvyat_red_bull

Daniil Kvyat riconosce le difficoltà vissute da Red Bull in questa prima sessione di test ed ammette che la scuderia non è competitiva nella misura auspicata. “Non ci troviamo nella posizione in cui dobbiamo essere e nemmeno in quella sperataspiega il pilota russo –. Oggi (ieri, nda) sono riuscito a completare un buon numero di giri e questo mi rende soddisfatto. Non ci resta che analizzare i dati raccolti e prepararci ai test di Barcellona, che non sono così lontani”.

Ieri mattina la Red Bull RB11 ha accusato un fastidio all’ERS, ragion per cui Kvyat è dovuto tornare anzitempo ai box. “Il problema ci ha rallentato un po’, ma abbiamo saputo risolverlo e nel pomeriggio tutto è filato liscio – il suo commento –. I miglioramenti mi rendono abbastanza soddisfatto”. I tecnici Renault – che fornisce la power unit al team austro-inglese – hanno appurato in seguito che il guasto è stato dovuto ad un malfunzionamento della pompa dell’olio presente nel sistema ERS.

  • shares
  • Mail