Formula 1: più vicino il ritorno dei motori da 1.000 CV

Nel corso della riunione è stato negato a Marussia il permesso di utilizzare la monoposto del 2014 per il campionato venturo.

formula_1_2015

Stanno emergendo le prime indiscrezioni a proposito dell’incontro organizzato ieri a Parigi, dove si sono incontrati gli esponenti della FOM, della FIA e delle scuderie. Pare infatti che vi sia concordanza nell’aumentare la potenza dei motori e nell’attribuire agli stessi un rumore allo scarico più coinvolgente.

Autosport rivela che l’impostazione tecnica delle power unit resterà invariata, ma i tecnici potranno aumentare la quantità e la velocità del flusso di benzina. In questo modo sarà possibile raggiungere ed eventualmente oltrepassare i 1.000 CV. Non verrà quindi presa in considerazione l’idea di Bernice Ecclestone, che auspicava il ritorno a motori V8 (da 2.2 litri) ed il contemporaneo abbandono delle power unit. I V6 da 1.6 litri saranno utilizzati anche nel medio e lungo periodo.

Le novità ai motori non saranno probabilmente introdotte nel 2017 – ha commentato una fonte anonima –. Dal 2016 possiamo comunque attenderci un aumento delle carreggiate”. I membri dello Strategy Group hanno poi bocciato la richiesta avanzata da Marussia, relativa alla possibilità di gareggiare nel 2015 con la monoposto dello scorso anno.

L'incontro dello Strategy Group per discutere di eventuali novità

bernie_ecclestone_2015

Bernie Ecclestone, Jean Todt ed i responsabili delle principali scuderie si sono incontrati quest’oggi a Parigi con l’obiettivo di discutere in merito ai cambiamenti di cui la Formula 1 ha bisogno. E’ il cosiddetto Strategy Group. Vi partecipano sei rappresentati della FOM, sei della FIA ed uno per ciascuno fra i team più blasonati (Ferrari, Mercedes, McLaren, Williams, Lotus e Red Bull), che valutano e discutono su proposte di medio e lungo respiro a favore della disciplina.

Le idee sono ovviamente top secret, ma Autosport ipotizza ad esempio un aumento nella dimensione delle carreggiate, l’introduzione di pneumatici più performanti e significative modifiche all’aerodinamica, così da aumentare l’effetto suolo. Alcune novità potrebbero già venir introdotte nella stagione 2016, mentre del sensibile aumento della cavalleria si accenna per il 2017.

Resta sempre il problema legato al contenimento dei costi, obiettivo che la Formula 1 vuole comunque perseguire. Le nuove regole dovranno essere approvate entro il 18 febbraio. Durante la riunione si è parlato anche del team Marussia, in merito alla possibilità di concedere il beneplacito per iniziare la stagione 2015 con una monoposto del 2014.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail