GP Germania, cavalcata Ferrari



Cavalcata Ferrari a Hockenheim, dominio incontrastato della casa di Maranello, che in un crescendo d’opera da tre gare a questa parte ha realisticamente riaperto il campionato, il binomio Ferrari-Bridgestone si è rivelato oggi nettamente superiore al binomio Renault-Michelin. La squadra francese è stata oggi più lenta e in difficoltà di quanto ci si potesse immaginare surclassata anche dalla McLaren e dalla Honda, Da un mese a questa parte la Renault ha perso il vantaggio mentre gli avversari progrediscono, a questo punto amministrare non è più sufficiente se la Renault vuole rimanere in corsa per il mondiale deve reagire.
Allo start scatta bene Raikkonen seguito dalle Ferrari, Alonso guadagna due posizioni ma poi ne riperde una coinvolto in una bagarre al tornantino. Fuori Rosberg per un errore mentre i primi tre allungano subito sul gruppo girando un secondo più veloce degli altri, fuori anche De la Rosa al terzo giro per un problema elettrico. Button che si è inserito al quarto posto fa da cuscinetto fra le Ferrari e le Renault, Schumacher al quinto giro ha 2,4 sec. di vantaggio su Raikkonen, mentre Alonso è già a 12,5 sec. in difficoltà sin dai primi giri: più lento di oltre un secondo dai migliori. Velocissimo Raikkonen che sfrutta una vettura molto leggera, infatti si ferma per rifornire al 10° giro confermando le voci che lo volevano troppo scarico per un errore del box durante le qualifiche.

Si ritira anche Heidfeld mentre Michael in testa fa l’andatura seguito da Massa con un ottimo passo, mentre Alonso è a oltre 22 sec. di distacco, pressato anche da Barrichello che rientra ai box, ma uscendo si ferma con un principio d’incendio. Il primo dei piloti di testa a rifornire è Massa al 19° giro, e subito dopo Fisichella, quindi al giro 20 Schumacher e Alonso, conclusa la fase di rifornimento dei protagonisti le Ferrari sono in testa con un gran margine, e Alonso nono accusa un ritardo di oltre 40 sec. Al 28° giro rientra Webber che ha ritardato molto la prima sosta insieme a Trulli, mentre Raikkonen fa addirittura la seconda, a metà gara le Ferrari hanno dietro di loro il vuoto, brutta botta per Villeneuve all’ultima curva prima del traguardo.

Difficoltà per Fisichella che subisce il sorpasso di Webber e perde la quarta posizione, infatti rientrerà ai box al 40° giro per forti problemi di Blistering sui pneumatici. Al giro 43 Alonso è il primo dei big a rientrare per la seconda tornata di rifornimenti seguito da Massa, e al 45° da Schumacher, che rientra poi nuovamente al comando davanti a Massa, la cavalcata delle rosse continua. Quando mancano 14 giri Trulli dopo il suo secondo pit stop ritardato spinge e va ad insidiare le Renault, ancora due giri e rientra Raikkonen per la sua terza sosta ed esce duellando con Webber su cui ha la meglio per la quarta posizione, e va all’attacco di Button che supera a 10 giri dalla fine.

Webber perde posizioni ed è costretto allo stop per problemi di motore, gli ultimi giri vedono Alonso spingere per prendere Button commettendo anche un errore, una uscita di pista che riesce a recuperare. Trulli è a ridosso delle Renault ma i distacchi si mantengono, la gara è finita le Ferrari trionfano Raikkonen è terzo, Button quarto, Alonso e Fisichella quinto e sesto. Adesso 11 punti separano Michael da Fernando e 10 la Ferrari dalla Renault e forse un finale di campionato incandescente.
L’ordine di arrivo

1 - Michael Schumacher (Ferrari 248) - 67 giri in 1.27'51"693
2 - Felipe Massa (Ferrari 248) - a 0"720
3 - Kimi Raikkonen (McLaren Mp4-21-Mercedes) - a 13"206
4 - Jenson Button (Honda RA106) - a 18"898
5 - Fernando Alonso (Renault R26) - a 23"707
6 - Giancarlo Fisichella (Renault R26) - a 24"814
7 - Jarno Trulli (Toyota TF106B) - a 26"544
8 - Christian Klien (Red Bull RB2-Ferrari) - a 48"131
9 - Ralf Schumacher (Toyota TF106B) - a 1'00"351
10 - Vitantonio Liuzzi (Toro Rosso SRT1-Cosworth) - a 1 giro
11 - David Coulthard (Red Bull RB2-Ferrari) - a 1 giro
12 - Scott Speed (Toro Rosso SRT1-Cosworth) - a 1 giro
13 - Christijan Albers (Midland M16-Toyota) - a 2 giri
14 - Tiago Monteiro ( Midland M16-Toyota) - a 2 giri



Il podio

Foto del titolo:il braccio alzato di Schumacher per la quinta volta quest'anno

Foto:motorsport.com

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: