Manor esce dall'amministrazione controllata

I vertici hanno sottoscritto un accordo con i creditori: la scuderia esce in tal modo dall'amministrazione controllata. Non sarà comunque facile vederla al via del campionato 2015.

marussia

Manor è riuscita ad ottenere la fiducia di alcuni creditori e ad abbandonare così il periodo di amministrazione controllata, riavvicinandosi in tal modo al campionato Formula 1 2015. Il team ha firmato nelle scorse un Company Voluntary Agreement (CVA), strumento indispensabile per vedersi ristrutturare il debito e per assicurarsi ulteriori possibilità d’investimento.

La notizia è stata confermata da Geoff Rowley, amministratore per conto della società FRP Advisory: questa deteneva il controllo dei beni della Marussia ed ha finora trattato con possibili investitori. D’ogni modo non sarà facile rivedere in pista le due vetture. Ciò perché sulla monoposto del 2015 poggia ancora un enorme punto interrogativo.

Autosport scrive che il team sta lavorando da tempo alla nuova monoposto, ma intanto le è stata negata la possibilità di correre alcune gare con la vettura del 2014: la richiesta è stata bocciata solo da Force India, quando in realtà serviva la maggioranza assoluta. Manor dichiarò bancarotta lo scorso ottobre, dopo non essere riuscita a saldare debiti per 31 milioni di sterline. Il maggior creditore è Ferrari.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail