Red Bull: "Cambiate il regolamento o lasciamo la Formula 1"

Durissime parole di Helmut Marko alla stampa austriaca: "Queste regole uccideranno questo sport"

Australian F1 Grand Prix

F1 2015 – Il Mondiale 2015 è iniziato nel peggiore dei modi per la Red Bull: la scuderia anglo-austriaca ha raccolto solamente un sesto posto con Daniel Ricciardo, mentre Daniil Kvyat non è riuscito nemmeno a prendere il via del Gp d’Australia, per un problema al cambio nel giro di out-lap. E, anche nelle qualifiche, la monoposto non è apparsa competitiva per il podio, con prestazioni alle spalle di Mercedes, Ferrari e Williams.

Al di là dell’ovvia delusione, c’è molta rabbia all’interno del team, già mostrata anche nella passata stagione, quando la rivoluzione del regolamento ha ribaltato i valori in campo. “Queste regole uccideranno questo sport - la durissima considerazione di Helmut Marko, il braccio destro del proprietario del team Dietrich Mateschitz - Non sono stati ridotti i costi e le regole tecniche sono incomprensibili, troppo complicate”.

Il carico da novanta arriva alla fine, di questa chiacchierata con i giornalisti austriaci a Melbourne: “Faremo nuove valutazioni in estate e, se saremo ancora così insoddisfatti, potremmo pensare ad un addio alla Formula 1”. Una ‘minaccia’ pesante per un mondo già in crisi ed alle prese con grandissime difficoltà, dimostrate dal caos Marussia-Manor e dalle sole 15 vetture al via della gara australiana.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: