Gp Cina F1 2015, Vettel: Gli obiettivi non sono cambiati

Vettel plaude Ferrari per essere riuscita a minimizzare gli alti e bassi ed invita tutti al calma. "Dobbiamo essere realisti. Gli obiettivi di inizio stagione non sono cambiati".

sebastian_vettel_2015

Sebastian Vettel predica realismo e mantiene un approccio distaccato nei confronti della sorprendente vittoria in Malesia, piacevole sì ma non sufficiente per stravolgere gli obiettivi fissati nel pre-stagione. “Dobbiamo essere realisti verso noi stessi e verso quello che vogliamo ottenere. Gli obiettivi non sono cambiatile sue parole in conferenza stampa –. Generalmente servono un paio di gare per capire realmente le potenzialità di una scuderia. Noi le conosciamo bene, ma è un dato di fatto che in Australia lottavamo per il podio ed a Sepang abbiamo poi vinto”.

Per questo motivo il tedesco ritiene che Ferrati debba prima aver la certezza di essere la prima avversaria di Mercedes, finendo davanti a Williams e Red Bull “non solo per una gara o due, ma durante tutta la stagione. Dopo aver ottenuto questo risultato, è nostro obbligo diminuire il ritardo da Mercedes”. Vettel sottolinea come l’inizio di stagione porti inevitabilmente con se numerosi alti e bassi, ma “finora siamo stati bravi a minimizzare i bassi”. Al quattro volte iridato è stato poi fatto notare come sia ad una sola vittoria da Ayrton Senna: l'ex Red Bull si è aggiudicato finora 40 gare. “Non lo sapevo – il suo commento –. Conosco il numero di Schumacher (91, nda), ma quello che mi dite è incredibile”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail