F1, Alonso: Il periodo dei doppiaggi non durerà a lungo

L'asturiano guarda alla gara di Barcellona (10 maggio) e si compiace per i miglioramenti fin qui ottenuti. "L'auto sta crescendo".

fernando_alonso_2015

Fernando Alonso si dimostra ottimista e considera il 12° posto della Cina un netto miglioramento rispetto alle scorse prestazioni. “L’obiettivo era concludere la gara e ci siamo riusciti con entrambe le monoposto, quindi le informazioni raccolte saranno fondamentali – la sua riflessione –.La mia più lunga sessione di test in inverno è durata 12 giri e 22 ne ho percorsi in Malesia. Essere giunti al traguardo ci fornisce materiale utile su cui lavorare”.

Il pilota ritiene che McLaren debba continuare “ad imparare ed a migliorare”, almeno fino a quando le prestazioni non saranno paragonabili alla concorrenza. Quando si verificherà tale circostanza? A suo avviso ben presto. “Non verremo doppiati ancora per molto. Sono convinto che fra non molto tempo inizieremo a divertirci di più”.

L’asturiano non indica una data precisa, ma lascia intendere che l’arrivo del circus in Europa (il 10 maggio si correrà in Spagna) sancirà il riscatto del team inglese. “Siamo tutti molto soddisfatti dai progressi fin qui ottenuti – il suo commento –. L’auto migliora gara dopo gara. La power unit, l’aerodinamica, l’affidabilità: tutto sta diventando più performante. Sapevamo che le prime due gare sarebbero state difficili, ma sapevamo allo stesso tempo che saremmo tornati competitivi in poco tempo”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail