Ecclestone ed il Gp d'Italia: "Monza? La Formula 1 si paga..."

Il boss del circus sulla situazione della gara italiana: "Ho chiesto le stesse cifre e le stesse clausole"

F1 Grand Prix of Brazil - Race

Monza F1 – L’Italia rischia di perdere il suo Gran Premio di Formula 1. Il contratto tra il circus ed il circuito di Monza scadrà alla fine di quest’anno e, dunque, non ci sono garanzie a partire dalla stagione 2016. Le ‘minacce’ da parte di Bernie Ecclestone sono partite già da un po’ di tempo, ma la situazione è ancora in alto mare e non pare ci sia un accordo in vista, come è lo stesso boss della F1 a confermarlo.

La F1 si paga”, le sue parole in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, riferito proprio alla situazione del tracciato lombardo. Il problema, come spesso accade in queste situazioni, è economico e servono molti soldi, circa 20 milioni di euro, difficili da reperire, soprattutto in questo momento complicato per l’economia mondiale. Però Ecclestone appare irremovibile sulle sue condizioni.

Tanto che quest’anno salterà l’appuntamento in Germania, nonostante una Mercedes dominante e due piloti di vertice, come Rosberg e Vettel, siano tedeschi. “Ho chiesto le stesse cifre e le stesse clausole – prosegue il n° 1 della F1, sulla situazione italiana – Perché fare condizioni diverse da Zeltweg o Spa?”. Una risposta definitiva dovrà arrivare entro la fine dell’anno, quando verrà stilato il nuovo calendario. Sperando l’Italia ci sia ancora.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: