GP Bahrain F1 2015: trionfa Hamilton. Super-Raikkonen beffa Rosberg

Tutto facile per Hamilton, in testa per la quasi totalità della gara. Nel finale Raikkonen rimonta 19 secondi a Rosberg e lo beffa al penultimo giro. Quarto Bottas, poi Vettel.

f1_bahrain_2015_hamilton

Kimi Raikkonen torna sul podio dopo 25 gare di astinenza e corona in tal modo una straordinaria rimonta nei confronti di Nico Rosberg, beffato alla penultima tornata dopo una gara in ogni caso estremamente positiva. I due sono arrivati alle spalle del solito Lewis Hamilton, al terzo successo stagionale, capace di amministrare il vantaggio e mai messo in difficoltà. Ice Man ha disputato l'ultimo stint di gara con pneumatici soft ed ha recuperato i 19 secondi che lo separavano dal tedesco, mettendogli pressione nelle ultime fasi di gara e costringendolo all'errore.

Quarto Valtteri Bottas, capace di mettere la museruola alla SF15-T del quattro volte iridato. Vettel ha commesso un errore al giro 37, nel tentativo di difendersi da Rosberg: è andato largo nell'ultima curva prima del rettilineo ed ha danneggiato il musetto, trovandosi quindi nell'obbligo di effettuare una sosta in più.

Per 20 giri è rimasto dietro alla Williams, pur senza riuscire a passarla. Sesto Daniel Ricciardo, autore di una gara discreta ma rovinata proprio quando si accingeva a tagliare il traguardo: il motore della sua Red Bull ha ceduto di schianto. L'australiano ha ora una sola power unit da gestire fino al termine della stagione. Fernando Alonso ha chiuso undicesimo, ad un passo dalla zona punti. Hamilton guida la classica piloti con 27 punti di vantaggio su Rosberg (93 a 66), separato a sua volta di una lunghezza da Vettel. Raikkonen sale a 42.

Hamilton in pole, davanti a Vettel e Rosberg

hamilton_gp_bahrain_2015

Lewis Hamilton centra la pole numero 42 in carriera (la quarta consecutiva) e stabilisce il miglior tempo nelle qualifiche del GP del Bahrain. L’inglese rifila quattro decimi a Sebastian Vettel e rafforza la propria candidatura a favorito assoluto, nonostante il passo gara delle Ferrari sia comunque incoraggiante. Dalla terza posizione scatterà Nico Rosberg, incapace di scendere sotto il minuto e 33 e lontano ben 558 millesimi dal miglior tempo. A seguire Kimi Raikkonen, Valtteri Bottas, Felipe Massa, Daniel Ricciardo, Nico Hulkenberg, Carlos Sainz e Romain Grosjean. Fernando Alonso partirà dodicesimo, mentre la Red Bull di Danil Kvyat ha sbattuto contro il muro della Q3: il russo non è andato oltre la diciassettesima posizione.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: