Il team radio di Raikkonen

Ice Man non tradisce l'emozione e non si lascia andare ad esultanze scatenate, a differenza di Vettel. A suo avviso la vittoria resta comunque lontana.

Kimi Raikkonen interrompe un’astinenza lunga 25 gare e torna sul podio per la prima volta dal 6 ottobre 2013, quando arrivò secondo nel GP della Corea. A fine gara il finlandese non si è comunque dimostrato entusiasta, rallegrandosi sì per la seconda posizione ma affrontando il discorso vittoria con una punta di amarezza.

Non sei mai contento quando arrivi al secondo posto, ma dopo un avvio di stagione difficile stanno arrivando i primi risultati – il suo commento a La Gazzetta dello Sport –. Sono molto contento di come sta lavorando il team. L'atmosfera è buona ora. Sono certo che saremo in grado di combattere per la vittoria, ma ci vuole ancora un po' di tempo".

Tale realismo è emerso anche nelle sue parole di congratulazione al termine della gara. Raikkonen ha ricevuto i complimenti del suo ingegnere e del team principal, al quale ha risposto con un semplice e distaccato Yeah, thanks to everybody.

  • shares
  • Mail