F1, Williams: sarà difficile raggiungere Ferrari

Il responsabile delle prestazioni per la scuderia inglese, Rob Smedley, riconosce la superiorità delle Rosse ed ammette che sarà difficile raggiungerle.

Rob Smedley

Solo un mese fa Rob Smedley era convinto di poter avvicinare la Ferrari e di affidare alle Williams il ruolo di seconda forza nel circus. Invece, dopo il quarto gran premio della stagione, le Rosse hanno confermato le proprie qualità ed i piloti del team inglese non riescono ad occupare la posizioni sperate. Per questo motivo l’ingegnere di Middlesbrough si trova obbligato a smentire quanto affermato in precedenza.

Dopo quattro gare è possibile determinare i rispettivi valori – il commento dell’ex Ferrari –. Stiamo lavorando ad una serie di modifiche per Barcellona, ma recuperare terreno sulla Rosse sarà estremamente difficile. Abbiamo già ottenuto il massimo dalle nostre vetture e stiamo lavorando per migliorarle ulteriormente, ma non ci aspettiamo significative migliorie in termini di passo gara”.

Il 41enne si dimostra poi realista e non dà per spacciata neanche Red Bull, nonostante una partenza assai tribolata. “Non possiamo dimenticare che dietro abbiamo per ora scuderie com Red Bull, che dispongono di risorse superiori, di un’organizzazione incredibile e di materiale migliore – si schernisce Smedley –. Sono convinto che torneranno competitivi non appena risolveranno tutti i problemi”.

  • shares
  • Mail