Auto GP: il team Emilio de Vittola al via del Campionato



È sempre più affollata la griglia dell’Auto GP. Il rivoluzionario campionato, che da aprile
permetterà ai piloti di lottare in pista per un montepremi da 1.200.000 euro, accoglie infatti l’ingresso del team spagnolo EmiliodeVillota.com Motorsport, che schiererà due vetture.

La squadra porta il nome del suo fondatore, nome che in Spagna è estremamente prestigioso perché Emilio De Villota è il primo pilota spagnolo di Formula 1 dell’era moderna. Ottimo pilota alla metà degli anni 70, De Villota ebbe la sua annata migliore nel 1977 quando al via con una McLaren privata riuscì a chiudere al 13° posto il GP di casa, tenendo dietro Emerson Fittipaldi, mentre nel 1980 si aggiudicò il campionato britannico di Formula 1.

Oggi, De Villota gestisce con competenza e passione il team, assistito nel management dal figlio Emilio Jr. che è anche Direttore Tecnico della squadra. Un business di famiglia che evidentemente funziona dato che la squadra nel 2009 ha vinto l’Euroseries 3000 con Will Bratt. A seguire le vetture quest’anno sarà lo stesso staff tecnico del 2009, una garanzia di qualità che ha come fiore all’occhiello Giorgio Breda, tecnico italiano che oltre alla vittoria dell’anno
scorso con Bratt ha all’attivo anche il successo nell’Euroseries 3000 del 2007, ottenuto seguendo come ingegnere di vettura Davide Rigon. Enzo Coloni: "Guardiamo con grande attenzione alla Spagna, un bacino in grande crescita che ogni anno sforna talenti interessanti. Per questo siamo molto contenti di avere con noi il
team di Emilio De Villota.

È una struttura che già nel 2009 ha mostrato a tutti quanto vale vincendo il titolo dell’Euroseries 3000, e sarà senza dubbio tra le squadre da tenere d’occhio anche quest’anno”. Emilio De Villota: "L’Auto GP è un progetto in cui crediamo molto. Credo che sia semplice, guardando a cosa offrono gli altri campionati, vedere che nessuno riesce a dare così tanto sia in termini di prestazioni che di montepremi, con un budget del genere.

Per noi essere al via è anche un modo di chiudere una filiera che passa per la F.Bmw e la F.3, e che ora ha nell’Auto GP il punto più alto, quello che può fare da porta per la GP2. L’obiettivo per la stagione è senza dubbio lottare per la vittoria, non ci manca niente e conosciamo già la macchina molto
bene".

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail