Formula E

La prima edizione del campionato Formula E scatterà il 13 settembre da Pechino (GP della Cina) e terminerà 10 mesi dopo a Londra. I piloti visiteranno altri otto paesi – le gare saranno tutte su circuiti cittadini – e proveranno a rendere accattivante una disciplina coraggiosa, innovativa, destinata in qualche modo a stravolgere i canoni dell’automobilismo tradizionale: mai una categoria si era dimostrata così rivolta al futuro. Le monoposto sono infatti a trazione elettrica ed utilizzato un motore da 200 kW, il cui valore di picco sarà comunque variabile: i piloti usufruiranno della potenza piena solo in qualifica, mentre in gara dovranno accontentarsi di 133 kW. I 67 kW addizionali serviranno quale boost per effettuare un sorpasso.

Le vetture raggiungeranno i 100 km/h con partenza da fermo in 3 secondi e si spingeranno fino alla velocità massima di 225 km/h, ritenuta ideale compromesso fra prestazioni ed autonomia d’uso. Il regolamento tecnico non prevede ottusi paletti di natura tecnica e permette a qualsiasi casa automobilistica di costruire una propria vettura; non sarà così dall’inizio, ragion per cui il campionato va al momento considerato un monomarca. Le vetture sono infatti realizzate dalla Spark Racing Technology ed hanno telaio Dallara, batteria Williams, cambio Hewland e pneumatici Michelin. Tocca invece a Renault supervisionare l’impianto elettrico. Ciascuna Formula E dovrà essere lunga un massimo di 5 metri e non dovrà superare gli 800 chili, valore comprensivo del pilota e delle batterie (200 chili).

Alla prima edizione parteciperanno 10 scuderie. Il nome più noto è forse quello di Andretti Autosport, ma ci sono anche l’indiana Mahindra, la Virgin Racing di Richard Branson ed il Team ABT-Audi. Il Tricolore è difeso dalla Trulli GP, scuderia fondata da Jarno Trulli ed in cui lo stesso Jarno Trulli si divertirà anche come pilota. Al suo fianco vi sarà anche Michela Cerruti, una delle due donne ad aver ottenuto un volante (l’altra è Katherine Legge della scuderia britannica Amlin Aguri). Il format sportivo è quanto di più lontano vi sia da una gara tradizionale. Le prove libere saranno al mattino, le qualifiche al pomeriggio e la gara durerà appena 60 minuti, intervallati da due fermate ai box per cambiare vettura. La categoria è stata ideata dalla FIA.

Formula E: nuove difficoltà per il team di Jarno Trulli

Il team gestito dal pilota pescarese è costretto al secondo forfait consecutivo. Continua...

Formula E: Buemi vince in Cina

Il video ed il racconto della prima gara del campionato Formula E 2015. Continua...

Formula E: le prossime due stagioni in diretta sulla Rai

Dopo la prima stagione su Fox Sports, sarà la Rai a trasmettere le prossime due stagioni della Formula E. Continua...

Formula E: via libera per l'aumento della potenza

L'organizzazione aumenta la potenza delle batterie e migliora così le prestazioni delle monoposto. Continua...

Formula E: Villeneuve al via nel 2016

Correrà per il team Venturi Formula E, in sostituzione di Nick Heidfeld. Continua...

Jaguar e Williams interessate alla Formula E?

Team e responsabili dovranno ora modificare il regolamento: ad oggi non sono ammesse più di 10 scuderie. Continua...

Formula E: Piquet campione! Buemi sconfitto al fotofinish

Finisce in trionfo la prima edizione del campionato Formula E: c’è un solo punto fra Piquet e Buemi! Continua...

Formula E: Buemi vince a Montecarlo

Il pilota svizzero deve recuperare 11 punti a di Grassi, leader del campionato. Mancano tre gare al termine della... Continua...

Formula E: dal 2016 le monoposto saranno molto più veloci

Il responsabile della categoria dà per sicure prestazioni migliori. "Abbiamo mantenuto un approccio conservativo in... Continua...

Formula E: Piquet Jr. trionfa a Long Beach, Liuzzi è 13°

Nelson Piquet Jr. si aggiudica la gara di Long Beach, sesto appuntamento stagionale del campionato Formula E. Male gli... Continua...