Ferrari, Alonso: "In Spagna il podio vestendo un altro colore"

fernando alonso

La conferenza stampa della Fia è stata, come prevedibile, un affare tra spagnoli, con Fernando Alonso, Pedro De La Rosa e Jaime Alguersuari a dominare la scena. Il pilota della Scuderia Ferrari Marlboro ha esordito con parole prudenti sulle aspettative della squadra per il Gran Premio di Spagna.

Un atteggiamento misurato, quindi, anche se nel fine settimana la F10 riceverà alcuni aggiornamenti: "Come tutte le altre squadre, introdurremo delle novità, ma non sarà uno stravolgimento della monoposto. Si tratta di piccole modifiche, soprattutto sul piano aerodinamico. Poi ci saranno alcuni interventi al propulsore, con un occhio di riguardo all'affidabilità".

L'asturiano del "cavallino rampante" esclude un grande cambiamento nella gerarchia delle forze in campo nella prima tappa europea della stagione: "Non credo le cose muteranno radicalmente. Forse le prestazioni si legheranno più al circuito che alle modifiche tecniche. L'ultimo test invernale che abbiamo svolto su questa pista non è stato niente di speciale per noi, sappiamo quindi che ci aspetta molto lavoro venerdì e sabato per essere competitivi come lo siamo stati altrove".

"Il nostro obiettivo -continua Alonso- è al momento quello di massimizzare il potenziale nelle prossime gare. La prima parte del campionato ci ha consegnato una vettura molto forte, ma forse non abbiamo raccolto tutti i punti alla nostra portata. Nelle sfide che seguiranno non ci sarà più spazio per gli errori. Ci piacerebbe tornare in testa al campionato il prima possibile".

Dal punto di vista umano, lo spagnolo è impaziente di iniziare il weekend di gara: "In passato, il Gran Premio di Spagna si è rivelato una grande prova per me, sia in termini di emozioni vissute che di risultati conquistati. Sono stato abbastanza fortunato a essere sempre in una buona posizione e ad avere una monoposto competitiva quando correvo con Renault e McLaren. Spero quindi di poter ancora salire sul podio vestendo un altro colore".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail