Radical Masters: UK Racing fermato dalla bandiera rossa a un passo dalla vittoria




Ottimo debutto nel Radical European Masters per la coppia formata da Andrea Fausti e Marco Cencetti; sul tracciato di Spa il duo della UkRacing ha impressionato per le prestazioni dimostrate in entrambe le gare. Purtroppo però la sfortuna ha perseguitato il team italiano durante la giornata di Sabato.

Week End partito il Venerdì con le due sessioni di prove libere sotto la pioggia, condizioni di certo non ottimali per debuttare al volante di un prototipo da 260cv, ma che non hanno minimamente intimorito i due piloti toscani, che hanno completato il loro primo approccio con la vettura, girando in entrambe le sessioni senza inconvenienti di alcun tipo.

La giornata di Sabato è stata invece decisamente sfortunata; infatti, un contatto tra la SR3 del team italiano e un altro concorrente ha visto protagonista un incolpevole Marco Cencetti, che è stato costretto a rientrare con il carro attrezzi. L'incidente ha di fatto reso impossibile per il team disputare la terza sessione di prove libere, la prima con asfalto asciutto che avrebbe consentito di studiare l'assetto per le due gare che si sono poi disputate su fondo asciutto.

Ancora una volta il team UkRacing ha dimostrato tutta la sua professionalità ricostruendo tutta l'aerodinamica anteriore della vettura e la sospensione anteriore destra in meno di 2 ore, e riuscendo a far disputare, seppur con un'assetto non perfetto, entrambe le sessioni di qualifica.

La cattiva sorte aveva però ancora un colpo da sferrare: in gara 1 infatti dopo una rimonta furiosa che ha visto Marco Cencetti passare dalla 40° posizione al 5° posto di classe, il semiasse posteriore ha ceduto subito dopo il pit-stop obbligatorio per il cambio pilota, rendendo impossibile all'appena salito Andrea Fausti di completare l'opera intrapresa da Marco Cencetti.

Gara 2 partiva dunque con Andrea Fausti al volante: il giovane aretino imitava quanto fatto dal suo compagno in gara uno, rimontando posizioni su posizioni con tempi costanti (ed i migliori della prima metà di gara), e portando la macchina al pit-stop in 3° posizione di classe.
Marco Cencetti subentrato al suo coequiper continuava la rimonta, raggiungendo il secondo gradino del podio di classe con un ritmo infernale. Suo il miglior giro del weekend (2.25.797) di ben 3" più veloce di ogni altra SR3 presente in pista.
Solo la bandiera rossa dovuta ad un incidente di gara sospendeva la rimonta, impedendo a Marco la probabile conquista della prima posizione di classe, per non considerare le 12 SR8 messe alle spalle.

Nonostante tutto dunque un weekend positivo, dove sia i piloti che il team hanno dimostrato grande capacità di adattamento ai vari imprevisti e soprattutto prestazioni di vertice che sono il miglior presupposto per raggiungere grandi risultati nel prosieguo della stagione, a partire dal secondo appuntamento, sul tracciato del Nurburgring, che si terrà nel weekend del 25 Giugno.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: