Alonso: "A Monaco il pilota conta più che altrove"

alonso

Nell'esclusivo porto di Monaco, ieri pomeriggio Fernando Alonso ha incontrato i giornalisti nel motorhome della Scuderia Ferrari Marlboro. A lui è stato chiesto di fare un rapido bilancio di questo inizio di stagione. Ecco la sua risposta: "Abbiamo avuto dei buoni weekend, come in Bahrain, dove abbiamo vinto, e in Spagna, dove siamo giunti secondi. In entrambi i casi abbiamo sfruttato al meglio il pacchetto a nostra disposizione, anche se a Barcellona il risultato è stato in qualche modo falsato, perché qualcuno ha avuto sfortuna, perdendo delle posizioni".

"Comunque - ha aggiunto lo spagnolo- la cosa più importante era essere nella giusta posizione per poterne trarre il massimo vantaggio. Già il sabato, in terra iberica, avevo pronosticato la necessità di essere pronti a sfruttare ogni possibile situazione a nostro favore. Dall'altro lato, invece, dobbiamo evitare di fare errori, come è successo in Malesia e in Cina".

Spostando il discorso sulla gara nel Principato, il pilota della Ferrari ha riconosciuto come sia impossibile fare una previsione su come andranno le cose: "Qui, il circuito è così diverso e unico che la differenza di prestazioni che abbiamo visto nella prima parte del campionato non sarà così importante, perché tutto può succedere. Forse alcune vetture che non sono state molto veloci nelle precedenti gare saranno capaci di ottenere una buona prestazione.

Spero che il cavallino rampante abbia un buon fine settimana. Dobbiamo prepararci bene per la gara, trovando il giusto set-up, facendo lavorare bene gli pneumatici. Non penso che sia automatico indicare la Red Bull come favorita. Saranno molto veloci, e se prendiamo in considerazione la Turchia, Silverstone o il Canada, per esempio, si potrebbe dire che sono favoriti, ma qui a Monaco è più difficile prevederlo.

Comunque, sarà difficile batterli perché hanno due ottimi piloti. Su questa pista conta un mix di tanti fattori, la fortuna può essere più importante che su altre, così come conta maggiormente il pilota, anche se la monoposto rimane l'elemento più importante del pacchetto a disposizione. Se si guarda al passato, a vincere su queste strade sono sempre state le squadre e le monoposto migliori".

A Fernando è stato poi chiesto se trionfare nel Principato sia più importante che vincere il titolo. Quasi sorpreso dalla domanda, l'asturiano ha risposto: "Preferirei vincere il titolo e non vincere qui, ma questa è la gara più importante in calendario, con la maggiore attenzione e copertura da parte dei media di tutto il mondo, ed è molto importante per gli sponsor. E' una gara speciale, dove tutti aspirano al successo". Un giornalista con buona memoria sulle statistiche ha fatto notare come i quattro campioni del mondo in griglia questo weekend abbiano vinto a Monaco, ma Alonso spiega con semplicità il dato: "In genere hanno avuto tutti una buona monoposto! Non credo la cosa sia comunque tanto importante, anche se mi piacerebbe molto domenica centrare il terzo successo".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: