GP Monaco: doppietta Red Bull con Mark Webber imprendibile



Alla roulette di Montecarlo esce il 6 Red Bull, Mark Webber domina e vince con autorità il Gran Premio più prestigioso davanti al compagno Vettel che di fatto non è stato mai in grado di impensierirlo.

Alla partenza Vettel riesce a sopravanzare Kubica guadagnando la seconda posizione, Alonso parte dai box e approfitta subito con intelligenza della prima uscita della safety-car causata da un incidente nel tunnel di Hulkenberg, e cambia subito le gomme mettendo le dure, avvantaggiandosi su gli altri di oltre 20 secondi e cominciando la sua rimonta. Il ferrarista infatti esegue dei bei sorpassi verso le vetture del fondo classifica soprattutto all’uscita del tunnel. Intelligente mossa anche del box McLaren che al 19^ giro richiama al cambio gomme Hamilton mettendolo davanti al Alonso.

Poco dopo il 20^ giro avvengono i cambi gomme del gruppo dei primi con Webber che mantiene ancora la testa della gara, la corsa si assesta, quando rientra Rosberg perde la sua posizione su compagno Schumacher. Al 31^ giro un brutto incidente di Barrichello porta ancora in pista la SC, il gruppo si compatta e la gara riparte, con Webber che schizza via, e riprende subito vantaggio a suon di giri veloci.

Ma la SC non da tregua, eccola riapparire al 44^ giro per colpa di un tombino, tutto da rifare per Mark Webber, ma lui non si scompone e forte di un passo marziano si invola nuovamente. La gara si stabilizza nuovamente con Schumy che si avvicina al Alonso, e kubica ottimo terzo con un gran ritmo che forza per insidiare Vettel, la gara è ormai segnata dal dominio Red Bull, ma l’ultimo brivido arriva da un sorpasso azzardato di Trulli su Chandhok che provoca un brutto incidente e rimanda in pista per la quarta volta la SC.

Gli ultimi giri di corsa sono così al rallentatore, la SC rientra poco prima del traguardo, e Webber passa da trionfatore sotto la bandiera a scacchi, Schumy però approfitta di una indecisione di Alonso e lo passa rubandogli il sesto posto, innescando così un episodio dubbio su cui i commissari dovranno pronunciarsi.

Gara molto sfortunata per il leader della classifica Button con il motore che cede per le alte temperatura durante il primo regime di SC, la causa: uno schermo di protezione davanti ad un radiatore dimenticato dai meccanici.

In conclusione una grande Red Bull che con la doppietta si prende meritatamente la testa del Mondiale Costruttori seguita dalla Ferrari, un grande Webber veloce e sicuro che comincia ad imporsi in seno alla squadra, un Kubica ancora eccezionale con la Renault, Alonso che dopo l’errore di sabato si riscatta con una grande prestazione, ed un plauso anche alla Force India per la prima volta a punti con entrambe le vetture, rispettivamente con Sutil e Liuzzi 9^, e 10^.

Di seguito le classifiche

1. Webber Red Bull-Renault 1h50:00.000
2. Vettel Red Bull-Renault + 0.448
3. Kubica Renault + 1.600
4. Massa Ferrari + 2.600
5. Hamilton McLaren-Mercedes + 4.300
6. Schumacher Mercedes + 5.700
7. Alonso Ferrari + 6.300
8. Rosberg Mercedes + 6.600
9. Sutil Force India-Mercedes + 6.900
10. Liuzzi Force India-Mercedes + 7.300
11. Buemi Toro Rosso-Ferrari + 8.100
12. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 9.100
13. Petrov Renault + 4 laps

Giro Veloce: Vettel, 1:15.192

Il campionato piloti

1.Webber, Vettel 78; 3.Alonso 73; 4.Button 70; 5.Massa 61; 6.Hamilton, Kubica 59; 8.Rosberg 54; 9.Schumacher 30; 10.Sutil 18; 11.Liuzzi 9; 12.Barrichello 7; 13.Petrov 6; 14.Alguersuari 3; 15.Hulkenberg 1.

Il campionato costruttori

1.Red Bull-Renault 156; 2.Ferrari 134; 3.McLaren-Mercedes 129; 4.Mercedes 84; 5.Renault 65; 6.Force India-Mercedes 27; 7.Williams-Cosworth 8; 8.Toro Rosso-Ferrari 3.

  • shares
  • Mail
95 commenti Aggiorna
Ordina: