Ferrari, Alonso: "Grande voglia di riscatto a Maranello"

alo3

Fernando Alonso spera che la Ferrari vada meglio in Canada, per mettere alle spalle il grigio weekend di Istanbul. Il pilota spagnolo del "cavallino rampante" è fiducioso sulle capacità di ripresa della squadra: "C'è voglia di riscatto dopo la difficile tappa in Turchia, tutti stanno dimostrando la reazione che mi aspettavo".

"Alla Ferrari -aggiunge l'asturiano- si respira ovunque la passione per le corse, l'ho capito sin dal mio primo giorno a Maranello. So benissimo che a nessuno piace perdere e che tutti spingono al massimo". Ma questa volontà, per essere efficace, deve presto tradursi in step evolutivi della monoposto, utili a recuperare il gap sui rivali più veloci.

Gli uomini delle "rosse" sono consapevoli di questo e non perderanno tempo. Alonso, dal canto suo, crede che la scuderia non si sia addormentata: "Si è parlato tanto in questi giorni del ritardo nello sviluppo della nostra macchina. Non è giusto dire che l'evoluzione si è fermata dopo il Bahrain: lo dimostra il fatto che nelle prime quattro gare il distacco dalla Red Bull è rimasto fra i tre e i quattro decimi. Loro portavano degli aggiornamenti a ogni gara, noi facevamo la stessa cosa, allora significa che le nostre soluzioni erano almeno altrettanto efficaci".

Poi però aggiunge: "Quello che è vero è che in Spagna non siamo migliorati come ci aspettavamo, mentre gli altri hanno fatto un passo avanti più grande del nostro. Così si spiegano le difficoltà vissute a Barcellona e, soprattutto, a Istanbul".

Inevitabile un riferimento ad uno dei dispositivi più apprezzati del momento: "Credo sia stato utile lavorare sull'ala posteriore soffiata, anche se ancora non siamo riusciti a sfruttarla nel modo più efficace. Peraltro, vedo che altre squadre ci stanno lavorando assiduamente, ma fanno ancora tanta fatica, mentre chi aveva in macchina questa soluzione sin dall'inizio mantiene ancora un certo vantaggio. Ho molta fiducia nella nostra squadra e sono convinto che in Canada vedremo una situazione diversa rispetto a quella della Turchia. Il campionato è ancora aperto, ma è chiaro che dobbiamo tornare a lottare per un posto sul podio il prima possibile".

Tornando a temi meno tecnici, Alonso si dice contento del prolungamento del contratto di Felipe Massa fino al 2012: "Mi fa molto piacere perché così abbiamo la certezza di lavorare con lo stesso gruppo per altri due anni. La stabilità è molto importante per il successo di un team. Mi trovo molto bene con lui, tra noi c'è un grande rispetto e quell'armonia necessaria per stare bene insieme a lungo".

Via | Datasport.it

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: