Superstars: la Mercedes fa il pieno a Hockenheim



Che il circuito di Hockenheim fosse adatto alle caratteristiche della Mercedes C63 AMG lo aveva dimostrato già ieri Max Pigoli ottenento la pole con la vettura del Team Romeo Ferraris.

A confermarlo è stato oggi Luigi Ferrara con una splendida doppietta sulla C63 della CAAL Racing, come aveva già fatto a Monza ad inizio stagione. Entrambe le gare della SUPERSTARS SERIES lo hanno visto assoluto dominatore e poco hanno potuto i rivali nei suoi confronti, anche se in Gara 1 Alberto Cola, sull’Audi RS4, si è tolto lo sfizio di sflilargli in extremis il giro veloce. Thomas Biagi, sulla BMW M3 del Team BMW Italia, mantiene il comando della classifica della INTERNATIONAL SUPERSTARS SERIES, grazie ad un secondo ed un quarto posto, seppur con una sola lunghezza di margine proprio su Ferrara, 106 contro 105 punti, mentre Pigoli li segue a quota 88.

GARA 1 – In Gara 1 Ferrara ha dominato le aspettative di Biagi, riuscito a portare la BMW M3 del Team BMW Italia al secondo posto assoluto sfilando Pigoli che nel corso della seconda parte di gara ha accusato un calo di prestazioni sulla sua vettura. Ai piedi del podio Gianni Morbidelli, su una delle BMW ufficiali, tallonato da Cola, mentre Luca Cappellari, altra M3 del Team BMW Italia, chiude le prime sei posizioni precendendo la Cadillac CTS-V di Roberto Del Castello.

GARA 2 – La doppietta di Ferrara si materializza dopo pochi giri, quando riesce ad avere la meglio su Pigoli che mantiene comunque la seconda posizione fino al traguardo. Alle spalle delle due Mercedes si accende il duello che vede alternarsi la Chrysler 300C SRT8 di Matteo Cressoni (MRT by Nocentini), le BMW M3 di Luca Cappellari e Thomas Biagi (Team BMW Italia) e la Chevolet Lumina CR8 di Johnny Herbert (Motorzone Race Car), che riesce con decisione a contenere gli attacchi di Biagi conquistando il suo secondo podio della stagione dopo Imola.

DUELLO FRA BRAND – Il circuito di Hockenheim conferma la validità del “performance balance” voluto da ROMA FORMULA FUTURO per garantire il livellamento nelle prestazioni delle diverse vetture. Basta leggere le prime posizioni in entrambe le classifiche per trovare, come consuetudine in ogni round, una assoluta varietà di marchi presenti.

Al dominio Mercedes del weekend si contrappongono gli ottimi risultati delle BMW M3, ma anche il quinto e settimo posto assoluto di Cola sull’Audi RS4 e la sesta posizione di Gara 1 della Cadillac CTS-V di Del Castello. Ed ancora, la lotta per le primissime posizioni della Chrysler 300C SRT8 di Cressoni e il podio della Chevrolet Lumina CR8 di Herbert. Weekend invece da archiviare per le Maserati Quattroporte, due in questa occasione, e per la Jaguar XF.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail