F1, Mercedes: "Schumacher può dire ancora la sua"

schumacher

La prova in Canada di Michael Schumacher non è stata fra le più esaltanti, ma l'esito infelice della gara di Montreal non alimenta dubbi in Nick Fry, convinto che il tedesco possa ancora dire la sua nel campionato in corso. Il capo del team Mercedes crede i piani alti della classifica siano ancora accessibili per lui, nonostante i 34 punti all'attivo, contro i 109 di Lewis Hamilton, i 106 di Jenson Button, i 103 di Mark Webber, i 94 di Fernando Alonso e i 90 di Sebastian Vettel.

Anche il compagno di squadra Nico Rosberg lo precede, con 74 punti in cassaforte. Recuperare un tale divario dal vertice non sarà facile. Non lo sarebbe stato neanche per il "Kaiser" degli anni d'oro, ma gli uomini della stella di Stoccarda preferiscono sognare, anche se tre anni di assenza sono tanti, anche per i migliori, specie quando si è avanti sotto il profilo anagrafico. L'asso di Kerpen può tornare a un buon livello, ma è davvero difficile pensare che possa rimontare uno svantaggio in classifica di tale portata.

Sbagliato anche bocciarlo, limitando la valutazione alla gara di domenica scorsa, descritta da alcuni come una delle peggiori della sua carriera. Analisi, quest'ultima, non condivisa da Fry: "Sono stupito dal fatto che la gente sia giunta a simili conclusioni. Schumi ha tenuto un buon ritmo fino a quando una foratura ha rovinato la sua gara. Abbiamo deciso troppo presto di montare le gomme morbide, altrimenti avrebbe potuto conservare la sua posizione".

Riferendosi al confronto con Nico Rosberg, il capo delle "Frecce d'Argento" si esprime così: "Noi non vediamo molta differenza di prestazioni tra i due. Siamo soddisfatti delle performance di Michael e non vedo perché non possa migliorare. Ha fatto progressi e un buon lavoro". Poi Fry allarga la prospettiva: "La possibilità di vincere il titolo in questa stagione non è campata in aria. Noi continueremo a lavorare sodo, cercando di fare del nostro meglio. Vogliamo sempre classificarci tra i primi tre. Red Bull e McLaren stanno dominando, mentre la Ferrari sta vivendo una stagione complicata, quindi le opportunità ci sono".

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: