Lotus Cup, a Monza debutto vincente per Capello e Piatesi

lotus cup

Secondo appuntamento stagionale della Lotus Cup con le new entry in grande luce a Monza. Il circuito brianzolo ha offerto due gare spettacolari ed incerte fino alla bandiera a scacchi, in un weekend condito da tanti colpi di scena, sia per la zona podio che per le posizioni di centro classifica.

Il successo delle due manche è andato all'Exige GT Cup di Maurizio Piatesi e alla 2Eleven di Franco Bobbiese e Dindo Capello. Quest'ultimo ha staccato la pole nelle prove, con uno splendido 2'05"750, davanti al leader della classifica assoluta Nando Cazzaniga ed alla sorpresa Piatesi, terzo a fine sessione.

lotus cup
lotus cup
lotus cup
lotus cup

In gara uno, alla prima variante, si è presentato in testa Cazzaniga, subito tamponato da Piatesi, giunto leggermente lungo alla frenata. Durante lo scontro c'è stata un po' di confusione e diversi piloti hanno tirato dritto. Cazzaniga, con la vettura danneggiata, è stato costretto a retrocedere e a mantenere un passo piuttosto blando che lo relegato, a fine gara, al dodicesimo posto.

Dal caos iniziale è uscito in testa Castiglioni, che ha preso subito un margine di tre secondi su Piatesi. I due hanno lottato fino al termine, con una serie di giri veloci davvero notevole, ma la battaglia si è conclusa anzitempo quando al capofila si è rotto lo scarico, ad un giro e mezzo dal termine, relegando il varesino in nona piazza. Per il rivale porte aperte verso il successo. Dietro di lui un grande Pieralisi che, al secondo appuntamento con la 2Eleven, non ha tradito le attese. Terza piazza per Bobbiese, autore di una buona rimonta dopo uno start guardingo.

Altamente spettacolare ed incerta anche la seconda corsa: al semaforo verde Umberto Villa è scattato benissimo dalla pole, mentre alla sue spalle c'è stata una grande bagarre tra Aghini, Cazzaniga, Utzieri, Castiglioni, Piatesi, Fortina e Capello. Durante il giro iniziale Miglio è uscito alla prima curva di Lesmo mentre Pieralisi ha commesso un errore, finendo nella sabbia, ma riuscendo a recuperare il tracciato per iniziare una splendida rimonta, che lo ha portato fino al sesto posto finale.

Davanti si sono svolte molte battaglie al limite, fino a quando Cazzaniga è riuscito a issarsi in prima posizione, con Capello alle spalle. I due hanno ingaggiato una lotta a suon di record sul giro, esaltando il pubblico presente. Dietro di loro un altro bel duello tra Aghini e Castiglioni, fino a quando quest'ultimo è riuscito a superare il pilota toscano, prendendo un buon margine, che ha poi conservato fino a alla bandiera a scacchi, terminando secondo.

In testa si prefigura un colpo di scena: Cazzaniga è assillato da problemi al cambio, ma cerca di resistere all'arrembante Capello. Il brianzolo ha provato in ogni modo a contenere l'avversario, cercando un controsorpasso all'esterno in prima variante dopo aver subito l'attacco in Parabolica. Però i problemi sulla sua 2Eleven si sono accentuati fino a costringerlo al rientro ai box a due giri dal termine. Vince Dindo Capello, davanti a Castiglioni. Terzo il bravo Piatesi.

Via | Apllepromotion.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: